LE MANGANELLATE? Privilegio di operai e giovani. E gli altri? Guanti bianchi. Guarda Fiorito

 

 

Se fosse successo a Cuba, avremmo probabilmente letto:

TG3: Il regime non tollera che i giovani possano liberamente manifestare contro un sistema che offre un’istruzione scadente e riservata solo ai figli dei funzionari del partito comunista. La repressione si è scatenata feroce contro ragazzi inermi, armati solo di speranza e di innocente desiderio di cambiare un sistema moribondo, che di qualita

tivamente apprezzabile riesce a produrre solo sigari per i ricchi fazenderos dell’isola.

La Repubblica: La crudeltà dei carabineros, arruolati tra le fila dell’esercito popolare della Corea del Nord, non ha lesinato sprangate contro i poveri studenti che chiedevano solo di poter usare almeno le matite per scrivere, stanchi come sono di usare dei fiammiferi usati (peraltro reperibili solo al mercato nero e venduti in valuta pregiata). La famosa blogger cubana Sanchez ha invitato le democrazie occidentali a intervenire per creare una no fly zone sopra l’Avana per permettere agli studenti di poter accedere agi istituti.

Giulio Terzi di Sant’Agata: E’ doveroso lanciare un ammonimento, ma sarebbe più convincente una pioggia di missili, al regime del dittatore che si permette di schiacciare nel sangue la legittima protesta del popolo che non chiede altro che democrazia, pace e libertà.

Mario Monti. Eeeeeh, eeeeeh, eeeeeh, bip, bip, bip, boing, rut, prot.

GR1: Non c’è pace in Cina, figuriamoci a Cuba. I reparti speciali della polizia del regime, addestrati già in Tibet per la repressione della primavera araba, hanno brutalmente malmenato gli studenti che protestavano pacificamente per chiedere che venga introdotta almeno una materia d’insegnamento. Fino ad oggi infatti nelle scuole del regime si insegna solo una materia, cioè il marxismo. Secondo un testimone raggiunto dal nostro inviato, i poliziotti pestavano gli studenti cantando in coro Bandiera Rossa, sghignazzando sguaiatamente.

dall’ottimo Valter Rossi su facebook

Fonte : informnarexresistere

 

La Polizia non mena Fiorito quando lo arresta. La Polizia non mena i corrotti, la Polizia non mena i tangentari, la polizia non  mena chi porta i capitali all’estero, chi inquina ed avvelena l’ambiente, chi evade le tasse per milioni di euro, la polizia non mena chi ha avvilito questa nazione con scelte scellerate o con macchiette da avanspettacolo.

La Polizia , mandata dalla Democrazia, mena però dei ragazzi che manifestano con uova e spray per la Scuola Pubblica e per un mondo più giusto.

Democrazia?

Lascia un commento se ti è piaciuto l'articolo

Archivi

Categorie