CARO GIACCHINO VENGO E TI SCRIVO QUESTE POCHE RIGHE

CARO GIACCHINO VENGO E TI SCRIVO QUESTE POCHE RIGHE,

CHE RISPONDO ALLA TUA LETTERA DELL’ALTRO GIORNO CHE NON MI RICORDO CHE GIORNO ERA.

QUI SONO BIAGIO MUSSOSTORTO, PREMIATA DITTA DELLI FUOCHI DI ARTI FICIO, IL FOCHISTA DI SAN GIOVANNI LA PUNTA DELLA ZONA DI TRAPPETO CHE TU MI CHIAMI OGNI ANNO PE LA FESTA DI SANTA ROSALIA.

PER IL GIORNO DI SANTA ROSALIA VENGO E TI SPARO COME TI AVEVO DETTO QUANDO CI SIAMO VISTI:

  1. NUMERO VENTI MORTARETTI, TANTO PER COMINCIARE,  DI QUELLI CHE FANNO VENIRE LA CACARELLA ALLE GENTI CHE SI DEVE FARE IL SEGNO DELLA CROCE.
  1. NUMERO TRENTA MORTARETTI DI QUELLI COLORATI DI TANTI COLORI, DI QUELLI CHE SI APRONO COME L’OMBRELLO DELLA FIGLIA DELLA COMARE GINA, QUELLA CHE CIA’ IL CULO GROSSO E SI NDRUNCULIA TUTTA QUANNO CAMINA CHI ABITA VICINO A CASA TUA E CHE IO L’HO GUARDATA E CI HO FATTO ANCHE IL PENZIERO.
  1. POI TI C’INCAZZO QUINNICI MORTAI A SCOPPIO RITARDATO CHE SEMBRA CHE è FINITO TUTTO MA POI NON è FINITO NENTI CHE QUA STA IL BELLO.
  1. NUMERO TRENTA MORTAI DI QUELLI CHE FANNO BUM BUM PAPAPA’ CHE SEMBRA UN BOMBARDAMENTO DI UNA GUERRA  CHI FA LA MERICA QUANDO S’INCAZZA PE LI CAZZI SUI E CHE SI ACCENDONO COME LE SCINTIGLIOLE A CAPODANNO.
  1. ALLA FINE UNA CARCASSA FINALE CHE DEVI TRIMARE LA TERRA E TU DEVI DIRE:

“MA CHI CAZZO MI LA FATTO FARE A CHIAMARE A BIASI MUSSOSTORTO  CHE MI FA BARARE PURE LA CASA E CHE POI MI FA LITICARE PURE CON MIA MOGLIE CHE QUELLA SI INCAZZA CHE SI METTE PAURA E MI ROVINA PURE LA FESTA CHI CIA’ LA NIRVATURA SEMPRE TISA”.

MA TU NON TI PREOCCUPARE, BIAGIO  TI SISTEMA TUTTO, ANCHE TUA MOGLIE.

PER L’AIUTO  MI AIUTO DA SOLO . TU  STAI TRANQUILLO CHE SO CHE AI TANTI CAZZI PI LA CAPO CHE E’ MEGLIO CHE UNO NON TI TOCCA.

MI PORTO IL FIGLIO DI GIUVANNI   U VERMINUSU. QUELLO DELL’ANNO PASSATO. QUELLO CHE DOPO CHE SI ERA MANGIATO TRE PIATTI DI FUSIDDI A CASA TUA TU NI RICISTI: “MA A DU CAZZO U MITTISI TUTTO STU MANGIA’ CA SI SICCU COME NU VERMI?”.

IL TRASPORTO ME LO PAGO IO COI SOLDI TUOI CHE MI DAI ALLA FINE DELLI FISTEGGIAMENTI COI SOLDI DELLA GENTI CHE TI FA LI OFFERTE.

MI AIUTA IL FURGONE DI FRANCISCO DI CULUNIVORO CHE CIA’ UN FURGONE ROSSO CHI SEMBRA NA CARRIOLA MA  CHI FA IL TRASPORTO PER I CAZZI DEGLI ALTRI.

CARO GIACCHINO VENGO E TI SALUTO CHE SE NO NON SO COME LA PIGLI SE PARLO ANCORA, CHE TU SEI UN AMICO CHE NON CI NE SONO POCHI E CHE CI AI NU BICCHIERE DI VINO CHI SEMBRA RISOLIO E ANCHE TUA MOGLIE E’ BUONA E FA CERTE PURPETTE CHI SO NA COSA FINA.

SE CI SONO PROBLEMI NON TI PREOCCUPARE: IO TI SPARO ANCHE SE CHIOVE CHE IO HO COMPERATO I FUOCHI DALLI CINESI CHE QUELLI SONO COMI LI FORMICHI CHE FANU FUOCHI CHE SPARANO SEMPRI, ANCHE SE CI E’ LA TRUPIA.

TI SALUTO E SONO BIASE IL FOCHIISTA DI SAN GIOVANNI LA PUNTA DELLA ZONA DI TRAPPETO.

Fonte: Sicilianplanet

Foto web

Tagged ,

Lascia un commento se ti è piaciuto l'articolo

Archivi

Categorie