Orsomarso Bluesorsomarsoblues1@tiscali.it

Scrivere bene – FAMILIARE O FAMIGLIARE?

 

Mi è stato chiesto un parere. Faccio rispondere alla Treccani ed al Dizionario Italiano

 

 

Si possono usare entrambe le forme, con i relativi derivati

familiarità / famigliarità, familiarizzare / famigliarizzare

  • La forma familiare, più frequente, è modellata direttamente sull’etimo latino familiarem

Il tempo della giornata scandito dal suono familiare della sirena della fabbrica (www.gazzettadireggio.gelocal.it)

  • La forma famigliare, meno comune, rimane più fedele al nome famiglia, da cui deriva

Scuoti il tuo pack virtuale per sentire il suono famigliare di tanti confetti (www.tic-tac.it).

USI

Molto frequente negli ultimi anni è il sostantivo familismo ‘eccessivo attaccamento alla famiglia’, che non deriva direttamente da un etimo latino, ma dall’inglese familism (derivato di family ‘famiglia’).

STORIA

Nella storia dell’italiano l’oscillazione tra le due forme è continua e ben viva ancora nella letteratura del XX secolo: basti pensare a due titoli di grande successo come Cronaca familiare di Vasco Pratolini e Lessico famigliare di Natalia Ginzburg.

(Fonte: treccani.it/enciclopedia/)

Nell’uso entrambe le grafie sono corrette.

Volendo scrivere (e parlare) bene, però, inseriremo il digramma gl (famigliare) per i parenti e per gli aggettivi che si riferiscono a questi: i miei famigliari; gli affetti famigliari.

Con la sola l (familiare) l’aggettivo che sta per noto, conosciuto e simili: questo luogo mi è familiare.

Useremo lo stesso criterio per i sostantivi familiarità e famigliarità, facendo attenzione a non inserire la vocale e tra la i e la t. Famigliarietà e familiarietà sono grafie errate.

(Fonte: dizionario-italiano.it/)

 

Personalmente seguo il criterio indicato dal Dizionario Italiano

 

Foto: RETE

Tagged ,

Lascia un commento se ti è piaciuto l'articolo

Archivi

Categorie