Orsomarso Bluesorsomarsoblues1@tiscali.it

I RUPPA CANNATA, ovvero I CICLAMINI

 

Il ciclamino selvatico (Cyclamen hederifolium)   non va confuso con il ciclamino dei fioristi (Cyclamen persicum), dai grandi fiori, tipica pianta da vaso

Il ciclamino è una pianta che appartiene alla famiglia delle Primulacee conosciuta fin dall’antichità. La varietà più famosa è il ciclamino di Persia, originario del Mediterraneo Orientale. Possiamo coltivare il ciclamino in vaso o in giardino.

 

I ciclamini vengono coltivati come piante ornamentali per via del gradevole colore dei loro fiori. La varietà di ciclamini più comune nel giardinaggio è la Cyclamen persicum, originaria dell’Asia Minore.

 

È facile riconoscere i ciclamini per via delle loro foglie cuoriformi dal colore verde intenso e per i fiori dal colore rosato. I fiori del ciclamino di solito sono bianchi, rosa, rossi o porpora. Li potrete scegliere in base alle vostre preferenze decorative.

Coltivare i ciclamini in vaso o in giardino

Potrete coltivare i ciclamini sia in vaso che in giardino a seconda dello spazio che avete a vostra disposizione. La coltivazione in vaso è comoda perché consente di avere dei bei ciclamini al riparo in casa anche in inverno quando il clima è freddo, ma se vivete in una zona mite la coltivazione dei ciclamini non dovrebbe darvi problemi all’aperto e in giardino. Potrete creare in giardino un’aiuola apposita per i ciclamini oppure scegliere dei vasi per coltivarli all’interno o all’esterno.

 

Come e quando seminare i ciclamini

Seminate i ciclamini tra luglio, agosto e settembre in una cassetta di legno con terriccio ricco di humus. Poi potrete trasferire le vostre piantine in vaso o in giardino. Quando le piantine avranno almeno due foglie le potrete diradare e trapiantare con delicatezza per distribuirle al meglio nel luogo prescelto. Per la semina potrete scegliere un vasetto o una cassetta da riempire con terra e sabbia che poi potrete traaferure in giardino o in un vaso più grande.

 

Tempi e condizioni di germinazione

La germinazione dei semi di ciclamino avviene preferibilmente al buio in un luogo il più possibile fresco e riparato dalle correnti d’aria. Potrete preparare una cassetta con del terriccio dove seminare i ciclamini e lasciarla al riparo durante i 15-20 giorni di germinazione e nelle settimane successive fino a quando le piantine si saranno irrobustite.

Clima e esposizione per i ciclamini

Il ciclamino è una pianta a fioritura prevalentemente invernale che non ama l’esposizione al sole e che preferisce l’ombra. Dunque per quanto riguarda al coltivazione in giardino vi consigliamo di piantare i ciclamini all’ombra degli alberi. I ciclamini crescono molto bene sotto i pini. Per i ciclamini coltivati in vaso, ricordate di posizionarli nella parte all’ombra del vostro balcone. Il clima ideale per i ciclamini è il freddo con temperature comprese tra i 6 e i 18°C. Sopportano meglio le temperature vicine allo zero piuttosto che il caldo. Per questo motivo vi sarà capitato di vedere dei ciclamini crescere spontanei nei prati e nei boschi di montagna.

Tipo di terriccio per i ciclamini

Per i ciclamini scegliete un terriccio acido e ricco di humus. Il terriccio per piante acidofile si trova nei vivai. Per migliorare l’acidità del terreno si può ricorrere a rimedi naturali come la concimazione con fondi di caffè. Inoltre dato che i ciclamini preferiscono un terriccio ricco di humus, lo potrete arricchire con del compost casalingo.

 

Quando innaffiare i ciclamini

I ciclamini si innaffiano soprattutto durante la fioritura ogni due o tre giorni. Questa indicazione vale sia per i ciclamini coltivati in vaso che per i ciclamini coltivati in giardino. Quando le piante sono a riposo si possono diradare le innaffiature. Il terreno dei ciclamini non deve mai essere troppo umido altrimenti le radici marcirebbero. Ricordate sempre di svuotare i sottovasi.

Fioritura dei ciclamini

L fioritura dei ciclamini avviene durante il periodo più freddo dell’anno, da settembre a marzo e le piante vanno a riposo nei mesi caldi dell’estate. I ciclamini possono rifiorire per molte stagioni di seguito e quando sono piantati in giardino, all’ombra, non hanno bisogno di molte cure.

 

Quando potare i ciclamini

I fiori di ciclamino seccano alla conclusione della fioritura. Potrete eliminare le parti secche dei vostri ciclamini con delicatezza prima di lasciare le piante al riposo estivo. Vedrete che si riprenderanno al meglio quando si avvicineranno l’autunno e l’inverno. Oppure potrete conservare al buio i tuberi da ripiantare la stagione successiva (tra agosto e settembre).

Valle dell’Argentino

Parassiti dei ciclamini

I parassiti più comuni per i ciclamini sono dei funghi che possono intaccare le foglie e le radici. Nel caso di comparsa di macchie bianche sulle foglie dei ciclamini si parla di ‘mal bianco’. Potrete acquistare un prodotto specifico nei vivai e nei negozi di giardinaggio oppure ricorrere ai rimedi naturali, sempre seguendo i consigli di un esperto, che ad esempio potrebbe suggerirvi di ricorrere al decotto o al macerato di equiseto, utile anche per combattere gli afidi.

 

Ciclamino, significato dei fiori

Il significato del ciclamino è un fiore portafortuna, lo sapevate? Regalare un ciclamino è ritenuto un segno di buon auspicio per chi lo riceve. È considerato un vero e proprio amuleto da regalare a chi sta attraversando un periodo difficile o per la nascita di un bebè, come segno di una vita da affrontare tutta in positivo.

 

Marta Albè

Fonte: https://www.greenme.it/abitare/orto-e-giardino/20953-ciclamino-coltivazione-vaso-giardino

Foto RETE

Tagged ,

Lascia un commento se ti è piaciuto l'articolo

Archivi

Categorie