UNITA’

 

Credo che la Festa dell’Unità sia stata uno degli eventi più significativi della vita di questo paese nel dopoguerra. Stimolava  un sacco di energie. Nel coacervo dei sentimenti e delle aspettative di chi vi partecipava direttamente o indirettamente, c’era anche  una speranza: costruire un mondo più giusto.

 

Questa è quella del 1987, dal 3 al 9 agosto. Memorabile la serata con i Nomadi il 4 agosto.

Chi l’ha vissuta ancora la ricorda.

Nella foto, al centro seduto, Augusto Daolio, leader indimenticabile del gruppo musicale

Tagged

Lascia un commento se ti è piaciuto l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivi

Categorie