Orsomarso Bluesorsomarsoblues1@tiscali.it

Per i giovani che sognano il SUCCESSO: istruzioni d’uso

Si sente spesso parlare di successo e anche io, nelle pagine di questo sito e parlando con le persone, utilizzo talvolta questa parola. Ho pensato quindi che fosse importante fare una riflessione su cosa sia effettivamente il successo, cercando di definirlo.

Se, da un lato, tutti vogliamo avere successo nella nostra vita, dall’altro possiamo provare–e io stessa talvolta ho provato–un certo fastidio riguardo a questo termine a causa delle immagini assolutamente fasulle che televisione, riviste, pubblicità associano ad esso. Pensate alle foto patinate di donne con bellezze innaturali che “sono di successo” perché indossano l’abito giusto o portano quel particolare profumo, o alle foto di uomini d’azienda che hanno “conquistato” con aggressività titoli, potere, ricchezza, mercato.

Bene, stabiliamo, prima di tutto, che il successo NON È il raggiungimento di un obiettivo stereotipato e definito da altri, siano essi chi progetta le campagne pubblicitarie, i nostri genitori o i nostri amici che ci consigliano su quello che è meglio per noi o qualcosa che abbiamo letto su internet.

Quando si chiede alle donne “Cosa dovresti avere o fare o essere per sentirti una persona di successo?”, le risposte sono di questo genere:

sentirmi bene, sentirmi amata

avere una relazione di coppia appagante

avere dei bambini

divertirmi e godermi tutti i giorni della mia vita

alzarmi tutti i giorni entusiasta per quello che farò nella giornata

avere tanti soldi

avere tanto tempo libero

essere sana, in forma e piena di energia

fare un lavoro che mi dia soddisfazione e mi appaghi

viaggiare

decidere io stessa del mio futuro

Sono tutte risposte molto diverse tra loro. Chi ha ragione allora? Tutte naturalmente, ma ognuna per sé. In generale, tuttavia, c’è una cosa che non viene presa quasi mai in considerazione e che, ciononostante, è alla base di tutte le possibili riposte: AVERE UN SENSO DI SCOPO NELLA PROPRIA VITA.

Quando si ha uno scopo, un obiettivo, un ideale, qualcosa che non vediamo l’ora di fare quando ci alziamo la mattina, tutto il resto viene dopo. Naturalmente ognuno ha il suo scopo, il suo obiettivo, ma se provate a leggere biografie o ascoltare interviste o a parlare con persone che si ritengono di successo scoprirete che tutte hanno o hanno avuto un obiettivo chiaro nella vita. Tu conosci qualcuno che passa tutto il giorno davanti alla TV a mangiare patatine e bere Coca Cola che si senta una persona di successo? Io no.

Ecco la bellissima definizione di successo data da Earl Nightingale:

IL SUCCESSO È LA PROGRESSIVA REALIZZAZIONE DI UN OBIETTIVO O UN IDEALE DI VALORE.

Il successo, quindi, riguarda un ideale o un obiettivo che abbia valore per noi, e per noi soltanto. Quante donne vediamo, nella nostra vita o per esempio nel mondo dello spettacolo, che, raggiunto quello che dovrebbe essere un meraviglioso successo, si sentono infelici e insoddisfatte? Quante donne invece, “solo” delle mamme o che ricoprono “solo” ruoli ritenuti dalla società di poco valore, si sentono pienamente soddisfate e appagate dalla loro vita?

La cosa ancora più interessante che si evince dalla definizione di Earl Nightingale è che il successo è LA PROGRESSIVA REALIZZAZIONE del nostro obiettivo, ossia non corrisponde solo all’istante in cui raggiungiamo quell’obiettivo.

In sostanza, non sarai una persona di successo nel momento in cui realizzerai il tuo sogno, ma sarai una persona di successo quando individuerai qualcosa che ti entusiasma e inizierai a muoverti in quella direzione. Come dice Debra Poneman:

IL SUCCESSO È UN VIAGGIO, NON È UNA DESTINAZIONE.

Se l’unico momento in cui ti senti una persona di successo è quello in cui raggiungi l’obiettivo, il rischio è quello di vivere una triste vita di attesa di un momento che magari arriva ogni qualche anno, o magari non arriverà mai!

 

Non solo: molte persone che hanno raggiunto i loro obiettivi sostengono che, dopo aver provato un senso di soddisfazione che è durato poco, hanno provato una sensazione di vuoto, un’insoddisfazione che li ha portati a cercare subito un altro obiettivo da perseguire. Come mai? Perché queste persone hanno focalizzato la loro attenzione nel posto sbagliato: l’obiettivo! E hanno tralasciato quello che è il vero successo, la vera soddisfazione, la vera felicità: il processo che porta VERSO l’obiettivo.

Prova a chiedere a persone che hanno raggiunto il successo quando è stato il momento in cui hanno provato il maggior entusiasmo, la maggiore sensazione di realizzazione. La maggior parte risponderà che è stato nel momento in cui hanno avuto l’idea, la visione di quello che sarebbero andati a realizzare e hanno deciso di impegnarsi in quella direzione. Pensate ad un momento in cui è capitato a te, ad un momento in cui ti è venuta l’idea di qualcosa di entusiasmante che avresti fatto. Ricordi quella sensazione? Quell’energia? Bene, quella è la vera felicità, la sensazione con cui tutte vorremmo e dovremmo alzarci ogni mattina!

La cosa più bella è che quando riconosciamo l’obiettivo che ha davvero valore per noi e decidiamo di impegnarci per raggiungerlo, non possiamo non essere persone di successo, perché il viaggio stesso sarà il successo, anche se non raggiungeremo mai l’obiettivo.

Tutte abbiamo e possiamo riconoscere un obiettivo, uno scopo genuinamente personale: se ci sforziamo per raggiungere l’obiettivo definito da qualcun altro o aspettiamo che si verifichino chissà quali condizioni prima di iniziare il nostro viaggio, allora stiamo tradendo noi stesse e il vero significato della vita. E tu? Sai qual è il tuo scopo?

Di Lara Ghiotto

Fonte:http://laraghiotto.com/successo-cosa-e/

Foto RETE

Lascia un commento se ti è piaciuto l'articolo

Archivi

Categorie