Orsomarso Bluesorsomarsoblues1@tiscali.it

Un libro per amico – LA TERAPIA SEGRETA DEGLI ALBERI

 

STARE a contatto con la natura, essere immersi in un bel contesto verde ci fa sentire bene: su questo siamo tutti d’accordo. È una percezione immediata e istintiva, spesso sottolineata – a volte persine enfatizzata – da giornali, libri, programmi televisivi. Eppure oggi più che mai (paradossalmente, con il patrimonio arboreo praticamente raddoppiato in Italia rispetto a 150 anni fa), è necessario andare oltre il luogo comune che «la natura fa bene» e cercare di capire meglio come e perché questo accade, fino ad arrivare a comprendere e riconoscere che ci sono luoghi e situazioni in cui la natura fa davvero benissimo.

Ma facciamo un passo indietro.

In Italia circa l’80 per cento della popolazione vive in aree urbane e intermedie, solo il 20 per cento vive in contesti rurali. Negli altri Paesi europei industrializzati queste percentuali non sono molto diverse, e in alcuni casi la discrepanza è persine maggiore. Se poi è vero che nell’ultimo secolo e mezzo il patrimonio nazionale di alberi è raddoppiato; è anche vero che la popolazione italiana è più che triplicata.

Ne consegue un diffuso «bisogno di natura» che non ha precedenti in passato, ben spiegato dai molteplici studi a carattere scientifico e sociologico che evidenziano quanto sia importante per l’uomo contemporaneo mantenere o ripristinare il contatto con un ambiente naturale che è stato la culla dell’evoluzione della specie… Eppure adottiamo ogni giorno comportamenti che sembrano portarci nella direzione opposta.

E qui, forse, sta il punto. Il bisogno di vivere a contatto con la natura è sempre più sentito proprio perché questa convivenza è andata via via affievolendosi con lo sviluppo di stili di vita carichi di impegni incalzanti e fortemente dipendenti dalla tecnologia. Lo stress, i disturbi psicosomatici e le patologie che ne derivano sono tra i problemi più macroscopici che al giorno d’oggi interessano la salute delle persone nei Paesi industrializzati e, purtroppo, non solo in quelli.

Coscienti di questo cambiamento, tra chi si occupa di architettura, design, vacanze e tempo libero emergono sempre più spesso le proposte di ambienti o di esperienze che permettono di vivere il diretto contatto con il verde. Però la recente riscoperta della natura ha molto spesso il carattere della superficialità, tanto che ci viene frequentemente proposta come un bene da «consumare» nel limitato lasso di tempo a disposizione nella giornata, nel weekend o, nella migliore delle ipotesi, in una breve vacanza.

Noi sappiamo che, per quanto breve, questo contatto ci farà comunque bene. Ma possiamo comprendere perché questo accade e dotarci di conoscenze che ci aiutino a migliorare ulteriormente la nostra percezione di benessere in uno spazio verde?

L’ambizione di questo libro è di condurre il lettore a riconoscere alcune cruciali ragioni che in questi ultimi anni ci hanno portato a esprimere un reale bisogno di ciò che chiamiamo Natura, comprendendo perché il suo allontanamento dalla nostra quotidianità sta creando gravi danni sociali e come invece essa possa giungere in nostro aiuto alleviando sofferenze e disagi ricorrenti.

Vuole anche essere una guida alle grandi potenzialità terapeutiche che gli spazi verdi hanno su di noi, potenzialità rimaste finora troppo inesplorate e scarsamente accessibili a molti, come se dovessero per qualche ragione rimanere… segrete.

In realtà non c’è nulla di nascosto da «svelare», ma solo verità da conoscere meglio, evidenze scientifiche note già da anni in varie parti del mondo, che oggi è quanto mai opportuno mettere a disposizione del lettore per richiamare la sua attenzione su alcuni stili di vita non proprio salutari e, soprattutto, per accrescere la sua voglia di costruire ogni giorno il proprio benessere.

Per la prima volta verranno trattate in un unico testo le più importanti conoscenze in materia, allo scopo di comprendere meglio come gli alberi, le piante e più in generale tutti gli spazi verdi – dalla foresta al vaso in ufficio – possano indurre notevoli miglioramenti a livello psicofisico.

Si tratta di molteplici elementi di supporto a ciò che oggi si definisce la forest therapy o forest medicine: una visione terapeutica emergente tra psicologi, biologi, medici e operatori sanitari che, grazie a studi ed esperienze multidisciplinari, riconosce alla natura e agli spazi verdi un grande potere benefico, peraltro già in parte noto alle antiche culture popolari.

Prendendo spunto dalle teorie e dalle tecniche descritte in questo libro, ogni attività svolta a contatto con la natura potrà realizzarsi con maggiore efficacia, dalla semplice passeggiata alle pratiche più mirate di recupero e sostegno psicofisico, che si tratti di ortoterapia, di nature therapy, di ecoterapia eccetera, o di sessioni di coaching o di brainstorming nel verde.

In quanto professionisti che da anni sì occupano con passione di questi argomenti, vogliamo condividere le nostre conoscenze e proporre così un aiuto concreto per riconoscere e utilizzare consapevolmente il sostegno che la natura offre alla salute.

«Conoscenza» e «consapevolezza» sono, infatti, parole chiave: sia per ricordarci chi siamo e da dove veniamo, sia per leggere il valore dell’ambiente naturale in cui viviamo e scoprire che ci offre molto più che un semplice coinvolgimento emozionale o un’atmosfera con un basso carico di inquinanti chimici, acustici o visivi. Soprattutto oggi che il nostro tempo da dedicare al contatto con la natura sta diventando sempre più marginale.

Per questo, praticare il forest bathing, ricercare gli alberi che interagiscono con noi a livello energetico o anche solo introdurre e coltivare delle piante in casa o in ufficio è già di per sé un importante passo in avanti per tornare a sentirci parte integrante di quella meraviglia che è la natura, oltre che un gesto di profondo amore verso noi stessi. Dunque, un incoraggiamento a saperne di più, magari divertendosi a sperimentare.

Buona lettura.

Dall’Introduzione

Foto RETE

La terapia segreta degli alberi

Marco MencagliMarco Nieri

  • Editore:Sperling & Kupfer
  • Collana:Saggi
  • Data di Pubblicazione:maggio 2017
  • EAN:9788820061975
  • ISBN:882006197X
  • Pagine:215
  • Formato:rilegato

Lascia un commento se ti è piaciuto l'articolo

Commenti recenti

Archivi

Categorie