Orsomarso Bluesorsomarsoblues1@tiscali.it

Il progetto “I sentieri basiliani: Tirreno cosentino”

ORSOMARSO- Grotta dell’Angelo

Si tratta un’iniziativa molto importante di sviluppo e potenziamento di un territorio dell’Alto Tirreno Cosentino straordinariamente ricco di eccellenze, con un’esclusiva offerta storico-religiosa legata ai monaci basiliani (un movimento religioso che ha lasciato in Calabria, territorio dove trovarono condizioni spirituali e culturali ideali, un solco profondo e duraturo, e che con San Nilo raggiusero una perfetta organizzazione in comunità) che, grazie all’attività di catalogazione e promozione dell’ARCA consentirà di fare vivere forme di turismo esperienziale e sostenibile, alla scoperta di percorsi e luoghi suggestivi fuori dalle rotte tipiche del turismo di massa che solitamente interessa la “Riviera dei Cedri”.

Il progetto “I sentieri basiliani: tirreno cosentino” intende veicolare un prodotto turistico capace di mettere insieme le enormi ricchezze dei territori coinvolti con le loro tradizioni e peculiarità gastronomiche e artigianali. I sentieri che il progetto ha individuato, infatti, invitano i viaggiatori a percorrere antichi tragitti –oggi splendidi itinerari naturalistici- che collegavano Tortora ad Aieta, la grotta del Romito all’abitato di Papasidero, Papasidero a Orsomarso (sentiero del Monaco), Orsomarso all’antica Cipollina (nucleo originale di Santa Maria del cedro), il Castello di Abatemarco a Buonvicino.

Questo cammino, che ha segnato la storia delle comunità locali che insistevano nell’area del Mercurion, ci consentirà di raccontare figure centrali del monachesimo basiliano in Calabria quali San Nilo, San Ciriaco Abate e San Fantino, di favorire la visita di luoghi sede di loro insediamenti, quali il rione Sant’Elia ad Aieta e il Castello Abatemarco a Santa Maria del cedro, ma anche di risorse quali la grotta di San Ciriaco a Buonvicino, la Grotta dell’Angelo a Orsomarso, la grotta del romito e la Madonna di Costantinopoli a Papasidero, la Chiesetta del Mercuri nella valle del fiume Lao.

Un’iniziativa, quindi, che grazie ai sentieri consente ai turisti di entrare in contatto con i residenti di alcuni splendidi borghi dell’area.

Fonte; https://www.sentierimercurion.it/progetto/

 

Lascia un commento se ti è piaciuto l'articolo

Archivi

Categorie