REGOLE PER SEMINARE CORRETTAMENTE

1. Per le semine primaverili è necessario aspettare che il terreno sia caldo, oppure coprirlo con materiali protettivi (vlies, film plastici).

2.  Il terreno deve essere finemente sminuzzato, soffice, aerato e ben spianato.

3. Per adottare le consociazioni e poter pacciamare è necessario seminare a righe e non a spaglio. Per la distanza tra le righe è bene consultare manuali di orticoltura o seguire le indicazioni scritte sulle bustine delle sementi.

4. Non seminare troppo fitto sulla fila: in questo modo si evitano diradamenti successivi e si favorisce una crescita sana e robusta delle piantine. Anche i semi più piccoli (come quelli delle carote) vanno distribuiti uno per uno a distanza di 3-4 cm.

5. Non seminare troppo profondo: la profondità di norma non deve essere superiore al doppio dello spessore del seme.

6. Il seme trova le condizioni ottimali per germinare quando dispone di umidità dal basso, aria dall’alto e calore dal terreno. Per questo il terreno va bagnato PRIMA di distribuire il seme e non dopo. Si tracciano i solchetti, si bagnano, si pressa leggermente il terreno con un’assicella, e si distribuiscono poi i semi premendoli un po’ contro la terra bagnata con le mani, oppure servendosi dell’assicella. Si ricoprono quindi con terra asciutta, senza più premere.

7. Per evitare che il terreno asciughi troppo in fretta si possono ricoprire i solchi con un sottile strato di torba o con del composto maturo. Tra un solco e l’altro si deve distribuire subito un sottile strato di pacciamatura, facendo attenzione che il materiale non copra anche il solco.

8. Mantenere umide le semine, annaffiando con getto fine per non spostare i semi e utilizzando acqua non troppo fredda.

Fonte: IL CALENDARIO DELL’ORTO BIOLOGICO, di Ptrizia Sarcletti – Giunti

Foto RETE

Lascia un commento se ti è piaciuto l'articolo

Archivi

Categorie