MATRIMONIO DI GINO E MARIA

28 gennaio 1962.

 Il corteo nuziale di Gino Farace e Maria Maio è in cammino verso la chiesa.

Nei tempi antichi il corteo nuziale era il percorso che faceva la giovane dalla casa paterna a quella dello sposo. Le damigelle, vestite di bianco, avevano una funzione importante: dovevano confondere gli spiriti maligni per proteggere la sposa fino alla sua nuova dimora, evitando eventi nefasti.

Oggi, nel rito religioso, le cose sono cambiate. Lo sposo accoglie la sposa all’altare dove si procederà alla celebrazione del matrimonio.

Lascia un commento se ti è piaciuto l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivi

Categorie