A Sijia, ovvero L’ACERO

Ad Orsomarso l’Acero viene chiamato Sijìa, da un antico vocabolo greco: ζυγία . Scrive Rohlfs: “Una lingua che ha conservato

A Murtidda, ovvero il Myrtus communis Mirto

  Il nome del mirto deriva da Mirsine, fanciulla attica che, secondo la leggenda, fu uccisa da un giovane da

U caggiu, ovvero LA ROBINIA O GAGGIA

  La Robinia pseudoacacia L., in italiano robinia o acacia, è una pianta della famiglia delle Fabaceae, dette anche Leguminose,

Populus tremula L. – Pioppo tremolo

Descrizione: Albero di piccolo-medie dimensioni, non superante i 25 m di altezza, non molto longevo nei climi caldi, con fusto per lo più

I RUPPA CANNATA, ovvero I CICLAMINI

  Il ciclamino selvatico (Cyclamen hederifolium)   non va confuso con il ciclamino dei fioristi (Cyclamen persicum), dai grandi fiori, tipica pianta

La spicaddossa, ovvero LA LAVANDA

    Lavanda, o lavandula, che suona antico, ma è sempre lei, la pianta che sarà nota quasi a tutti:

LA VINCIARRA, ovvero la Vitalba (Clematis vitalba)

  La Vitalba (Clematis vitalba) è una pianta della famiglia delle Ranuncolacee. Conosciuta in passato per le sue proprietà officinali, in determinati dosi

La VRITTA, ovvero l’AMARANTO COMUNE

Amaranthus retroflexus L. Pianta erbacea annuale di color verde pallido. Pannocchia densa con la spiga terminale poco più lunga della

Aneto – Anethum graveolens L., detto anche aneto odoroso o aneto puzzolente.

  Detto anche aneto odoroso o aneto puzzolente, è una pianta aromatica annuale, della famiglia delle Ombrellifere, originaria del Medio

Scannagaddini, overo la CORONILLA EMERUS

Caprioli e capre sono ghiotti di questa pianta. In primavera spande bellezza sui fianchi delle nostre montagne.   Del perchè Scannagaddini

Archivi

Categorie