Beati i normali, quegli esseri strani.

  Quelli che non ebbero una madre pazza, un padre ubriacone, un figlio delinquente, Una casa in nessun posto, una

Fine d’anno 

  Né la minuzia simbolica di sostituire un tre con un due né quella metafora inutile che convoca un attimo

Non uccidete il mare,

Non uccidete il mare, la libellula, il vento. Non soffocate il lamento (il canto!) del lamantino. Il galagone, il pino:

Perché restare

Chi sia stato il primo, non è certo. Lo seguì un secondo. Un terzo. Poi, uno dopo l’altro, tutti han

ATTENTO!

  C’è una parte di me che è intoccabile. Non prendertela con lei. Sono disposta a difenderla con le unghie

Si viene qui per visitare il cielo

Si viene qui per visitare il cielo, o per guardare altri paesi da lontano. Si sale da un lato e

Se sei una donna forte

Se sei una donna forte proteggiti dai vermi che vorrebbero mangiare il tuo cuore. Essi usano tutti i travestimenti dei

LA QUERCIA CADUTA

    Dov’era l’ombra, or sé la quercia spande morta, né più coi turbini tenzona. La gente dice: Or vedo:

“Novembre”

Gèmmea l’aria,il sole così chiaro che tu ricerchi gli albicocchi in fiore, e del prunalbo l’odorino amaro senti nel cuore…

La Singer 

    Abbattuta dal freddo che avvolge la casa la vecchia Singer ha dimenticato di raccontare storie i bambini non

Archivi

Categorie