PARCO DEL POLLINO – L’Erica

Erica

L’Erica è una deliziosa pianta sia da esterno che da interni che dona delle splendide e durature fioriture durante il periodo autunno – invernale anche se, diverse specie, sono apprezzate anche per  le foglie, particolarmente colorate e decorative.

CARATTERISTICHE GENERALI

Il genere  Erica della famiglia Ericaceae comprende numerose piante molto utilizzate per decorare giardini e balconi in quanto particolarmente adatta ad essere allevata all’esterno anche se si presta bene ad essere allevata in vaso ed all’interno.

Si tratta di piante perenni arbustive, originarie del sud Africa, particolarmente rustiche, di dimensioni non troppo grandi, con portamento cespuglioso.

Forma numerosi fusti ricoperti da sottili foglie aghiformi che verso la fine del periodo autunnale si coprono di piccoli fiori campanulati di colore variabile a seconda della specie e della varietà, molto numerosi che fanno sembrare la pianta una nuvola colorata.

I fiori sono riuniti in spighe o in racemi terminali sui rami dell’anno precedente di colore molto vario dal bianco al rosso vivo.

Le foglie sono piccole ed aghiformi, verticillate e a seconda della specie, possono assumere delle sfumature che vanno dal giallo, al rosso, al ruggine all’arancione.

PRINCIPALI SPECIE

Esistono circa 500 specie nel genere Erica tra le quali ricordiamo quelle più utilizzate nella coltivazione in vaso o in giardino:

Erica gracilis

ERICA GRACILIS

La Erica gracilis è una pianta che rimane molto compatta non più alta di 45 cm che forma numerosi fusti, ricoperti da numerosissime piccole foglie aghiformi di colore verde molto intenso, sui cui rami si formano centinaia di piccoli fiori di colore rosato – rosso.

Di questa specie esistono numerose varietà tra le quali ricordiamo: E. gracilis varietà Alba con i fiori bianchi.

E’ una pianta che fiorisce nel periodo invernale.

Erica carnea

ERICA CARNEA

L’Erica carnea è una specie spontanea molto diffusa nelle Alpi e negli Appennini. E’ una pianta a portamento arbustivo, tappezzante e sempreverde, che non supera il metro di altezza e produce fiori di colore rosa scuro riuniti in grappoli con corolla con i petali saldati assieme dalla cui sommità spuntano gli stami con le antere scure e lo stilo che emerge in mezzo.

E’ particolarmente rustica per questo viene considerata una pianta colonizzatrice  e per questo usata per rinaturalizzare ambienti particolarmente degradati.

E’ molto apprezzata dalle api ed il miele che si ottiene dal suo polline è particolarmente pregiato.

Fiorisce a partire dal mese di febbraio e fino all’inizio dell’estate e spesso i suoi fiori spuntano dalla neve rappresentando uno dei primi segnali dell’arrivo della primavera.

Comunemente è chiamata “scopina”.

Erica arborea

ERICA ARBOREA

L’Erica arborea è una specie arbustiva che può diventare un vero  e proprio albero arrivando a raggiungere anche i cinque metri di altezza. Presenta foglie aghiformi riunite in verticilli di 4 elementi, glabre e di color verde molto intenso.

I fiori sono profumati, penduli (più raramente eretti) riunite in infiorescenze a racemo all’apice dei rami e caratterizzati da 4 sepali glabri e da una corolla con 4 petali saldati insieme che le conferiscono una forma campanulata di pochi millimetri di diametro, di colore bianco con sfumature rosate,  con all’interno antere di colore bruno-rossastro con appendici e stilo che emergono.

I fiori sbocciano  durante il periodo primaverile.

Comunemente è chiamata “scopa da bosco”.

Erica multiflora

ERICA MULTIFLORA

L’Erica multiflora è una specie spontanea nei boschi del centro e sud Italia con portamento arbustivo a fusto legnoso e rami eretti, diffuso in tutta l’area del Mediterraneo dove raggiunge fino ad un metro e mezzo di altezza. Gli arbusti si incontrano in formazione in pineta o nella boscaglia tipicamente mediterranea (gariga) miste a rosmarino, mirto e lentisco.

E’ una pianta sempreverde con le foglie tipiche del genere e fiori di colore rosa-violetto, molto profumati che compaiono nel periodo estivo. Le antere sporgono dalla corolla e sono di colore rosso molto scuro.

Erica cinerea

ERICA CINEREA

L’Erica cinerea è una pianta arbustiva, sempreverde, particolarmente rustica che non supera i 60 cm di altezza. I fiori sono campanulati di colore di colore violetto che iniziano a comparire verso la metà dell’estate.

Erica scoparia

ERICA SCOPARIA

La famosa Erica scoparia è una pianta che cresce spontanea, tipica della macchia mediterranea ma si ritrova anche nei boschi e nelle sugherete che può raggiungere il metro e mezzo di altezza I fiori sono riuniti in racemi terminali, di colore rosa che compaiono nel periodo primaverile. E’ una pianta particolarmente rustica che si adatta abbastanza facilmente anche in terreni poveri anche preferisce terreni silicei ed acidi. Deve il suo nome al fatto che un tempo veniva usata per fare le scope.

Erica melanthera

ERICA MELANTHERA

L’E. melanthera è un piccolo arbusto con rami morbidi ricoperti da piccole foglie con fiori di colore rosa  e stami neri.

TECNICA COLTURALE

L’Erica è una pianta molto facile da coltivare che ha necessità di ambienti freschi ed arieggiati e per questa ragione, durante il periodo estivo, è opportuno, se possibile, spostarla all’aperto in una zona ombreggiata.

E’ una pianta che ama la luce ma non la luce diretta del sole se non per poche ore la mattina presto.

Una caratteristica è che sono piante decisamente calcifughe vale a dire che non tollerano in alcun modo il calcare.

Da elicriso.it

Foto: web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close