UN LIBRO PER AMICO -“Sui sentieri dell’Orsomarso”, di F. Bevilacqua

Francesco Bevilacqua è un intellettuale rigoroso ed un profondo conoscitore del territorio calabrese. Con la sua grande passione per la montagna ha contagiato tantissime persone, non solo accompagnandole in tante escursioni per gli impervi  crinali calabresi,  ma portando alla conoscenza del grande pubblico, con i suoi libri, luoghi, vicende, memorie di questa nostra regione, per tanti versi così poco presentabile.

Tempo fa,  al Centro Sociale di Orsomarso, su iniziativa di Valerio Palombino, presentammo una sua opera: “Sulle tracce di Norman Douglas”.

Qui invece vi raccomandiamo un libro del ’95, “SUI SENTIERI DELL’ORSOMARSO”.  È stato stampato da una piccola casa editrice di Castrovillari, “Il Coscile”, ed ha una veste tipografica particolarmente curata.

Ricchissima è la documentazione fotografica, utilissima una carta topografica con il tracciato dei vari sentieri che vengono descritti nel libro.

 

Di seguito è riportata la presentazione  che ne viene fatta nel risvolto di copertina.

Buona lettura

Cosma Di Leone

 

F. Bevilacqua (il secondo da sinistra)  alla presentazione del suo libro “Sulle tracce di Norman Douglas” al Centro Sociale di Orsomarso

Questa guida naturalistica ed escursionistica è un indispensabile strumento per quanti intendano conoscere

“l’altra metà” del Parco Nazionale del Pollino, e cioè il Massiccio del Pellegrino, altrimenti noto

come Monti di Orsomarso: quasi centomila ettari (l’intero Parco è esteso circa duecentomila ettari) di

foreste ataviche, di impressionanti gole fluviali, di gigantesche pareti rocciose, di ariose praterie montane,

di animali selvatici, alberi e fiori di eccezionale interesse scientifico; un’area vastissima e selvaggia (è considerata l’ultima vera area wilderness dell’Italia meridionale) ancor più ricca di bellezze naturali e di specie rispetto al Pollino stesso, eppure meno conosciuta ed esplorata. Questo libro rappresenta anche il necessario complemento della guida alla parte centrale del parco scritta da Giorgio Braschi ed edita anch’essa da II Coscile. I due volumi insieme costituiscono, insomma, il più prezioso e completo strumento informativo per la conoscenza e la visita del Parco Nazionale del Pollino.

Con la prefazione di Franco Tassi, uno dei più insigni ambientalisti italiani, direttore del Parco Nazionale

d’Abruzzo, la guida è suddivisa in tre parti. La prima, più generale, racconta la natura del Massiccio del Pellegrino nei suoi aspetti ambientali e paesaggistici, geomorfologici e geologici, floristici e faunistici, di conservazione. La seconda, specifica, descrive dettagliatamente quarantuno itinerari escursionistici, dando ogni più utile informazione sui percorsi. La terza, di servizio, offre una serie di consigli pratici per andare in natura in tutta sicurezza, elenca e spiega i comportamenti da tenere per evitare di arrecare danno agli habitat naturali ed alle creature selvatiche, contiene una bibliografia essenziale per chi voglia approfondire taluni aspetti storici ed ambientali, e consente, attraverso gli indici analitici dei luoghi delle escursioni e delle foto, di trovare rapidamente itinerari ed immagini partendo dalle singole località prescelte.

Di tutto con l’ausilio di una grande e dettagliata carta topografica nella quale sono riportati i tracciati dei

percorsi escursionistici e di fotografie a colori in massima parte inedite, scattate dall’autore con ogni condizione atmosferica ed in ogni periodo dell’anno in oltre tredici anni di peregrinazioni tra queste straordinarie montagne.

Dal risvolto di copertina

Lascia un commento se ti è piaciuto l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivi

Categorie