PARCO DEL POLLINO – Il ritrovamento di una carcassa di grifone nell’area di Frascineto

Un esemplare di grifone ucciso in Abruzzo

Il nucleo di grifoni gravitante nell’area sud-orientale del Parco, di Civita e del Raganello, che attualmente è costituito da circa 30 unità, è formato, oltre che dai fondatori (esemplari reintrodotti), da numerosi individui provenienti da altre aree come la Croazia e la Spagna ed aggregatisi in modo più o meno stabile alla nostra colonia. Questo fenomeno di aggregazione da parte di esemplari erratici è una prova inequivocabile della funzionalità del nucleo del Pollino, che costituisce oggi per questa specie un importante collegamento areale nell’ambito del Mediterraneo. All’incremento numerico registrato in questi ultimi mesi ha contribuito inoltre, anche se in minima parte, la prima nidificazione, conclusasi con successo nella scorsa stagione riproduttiva. In questi giorni (domenica 17 marzo), in località Colle Calderaio (Frascineto) si è verificata, purtroppo, una gravissima perdita per il patrimonio faunistico del Parco: la morte di un individuo adulto, privo di anello di riconoscimento. La carcassa, recuperata il mattino seguente, è stata consegnata all’Istituto Zooprofilattico di Cosenza dove si sta provvedendo ad effettuare gli esami necessari ad individuare le cause di questa morte. In attesa di conoscere gli esiti della necroscopia, stiamo valutando attentamente tutte le possibili cause di quanto accaduto. Ci sentiamo di escludere comunque che si tratti di un caso di denutrizione; infatti il rifornimento settimanale del carnaio, che viene progressivamente adattato al numero di individui presenti nell’area, assicura un’adeguata fonte di approvvigionamento a questi avvoltoi, che non di rado, si alimentano in natura lasciando il carnaio stesso inutilizzato.

Da parcopollino.it

Foto web

Lascia un commento se ti è piaciuto l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivi

Categorie