Il tempo dei contadini

 

Questa foto ci restituisce un tempo che non c’è più. Il tempo in cui alcuni di quelli che visitano questa pagina hanno messo radici e si sono  attrezzati per la vita.

Il tempo degli uomini nei campi.

Quando la miseria rendeva saporito l’essenziale e la terra era la sola a prendersi cura dei viventi.

Quando molti piedi  attraversavano nudi  anche l’inverno ed i panni facevano fatica a proteggere dal freddo.

Quando la giornata era scandita dal cammino del sole, ed uomini e donne spendevano la vita a zappare, piantare, raccogliere in una terra  dal ventre secco.

Quando le liturgie, sacre e profane, cercavano di dare senso alle privazioni, alle fatiche, ai soprusi e tentavano di garantire il tempo della ricompensa.

Quando i volti, seppure smunti, non raccontavano terremoti dell’animo, ma pacatezza e rassegnazione;

perché “la ribellione prepara alla sconfitta”;

perché “contro la forza la ragione non vale”;

perché “è dell’inferno dei poveri che è fatto il paradiso dei ricchi” e “il Destino non ascolta le voci degli uomini”.

Quando i vecchi custodivano saggezza e sapevano essere risorsa anche nell’ora del tramonto.

 

……………………………………..

Ringrazio Enzo Pandolfi per questa foto della mamma, Angiolina Pugliese. E’ molto bella. Alle persone di una certa età scuote la mente ed il cuore.

Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close