Soprannomi

Poveragente,  Pasquale Laurito e u Bersagliere 

I cognomi, come li conosciamo noi, sono venuti fuori tra il XVI – XVII secolo. In alcune zone d’Italia si sono affermati addirittura dopo l’Unità.

Per tutto il Medioevo c’era solo il nome e un appellativo che poteva indicare caratteristiche fisiche, difetti, mestieri, luoghi, ecc. .

In questi soprannomi veniva fuori lo spirito beffardo o compassionevole dell’animo contadino.

Anche ad Orsomarso, fino all’ultimo dopoguerra, il cognome era poco usato. Una persona veniva indicata col nome ed il soprannome, oppure il nome del padre (patronimico).

Il cognome neanche si conosceva.

Ecco una piccola carrellata di soprannomi (Di molti non ricordo a chi si riferiscono e quindi spero di non offendere nessuno):

BOMBARDINO, BUSCIARA,  BERSAGLIERO, BIFERO, BARRACCHIDDO,   BALLOMO (bell’uomo), CARDALANA, CUCCA, CUCCI RI PURVIRA, CIOPPARIDDO, CUCUZZEDDA, CASSARITTO, CANGIDDO, CECASOLE, CESARINA, COPPULEDDA, CHIANCHIRO, CARCATACCIO, CAURARARO, CAPURUSSA, CHJIRICHIDDO/ CHJIRICHEDDA, CACALANCEDDA, CAPUGRUSSO, CIRAMILARO, CIRULIDDO, CIACIA, CRUCCHIO, CUDDURIDDU, CUMPARIDDO, CARDALANA, FICCHIFICCHI, FACCI JANCO, FOCARIDDO,   FUCHETTA, FURGIARO,     FUTARIDDO,   GIARLUNO,  GESUCRISTO, GNETTARIDDO, GANGIULIDDO, GRIDDICIDDO, GUALIANO, MAGAROTA, MAGGHJOLA, MANULORDA, ‘MMARDICIDDO, MASSAROTTA, MAST’ANDRIA, MASTR’ANGILO, MATPAROLA, MINZOGNA, MAZZULO, ‘MBILLUNO, MENZALANCEDDA,  MONACO, MUNTAGNARO, MULINGIANARA, MUNTISIDDO, MUSSUNIVURO,   ‘NGHIETTARIDDO, NIVURIDDO,  ‘NSACCASANTI, NACANACA,  ‘NCAPPA ZICALA, ‘NTUNO,  PACCIALONGA, PANZALONGA, PAPARARO,  PAPAZZO, PESTA, PUPONE, PILAPANZA, POVERAGENTE, PANITTERA,  PILACCO, PISCIACARRARA, PIRLICCO, PISTUNI, PISTIGGHIUNO,  QUATTRURUCATI, RICCHJINEDDA, RASCKAPORTA, RUSSICIDDO, RIGNISSIMA, RIZZOLA, SFILICO, SCKUPPETTA, SETTEPANETTE, SANTARIDDO, SCUNGIGNO, TARANTEDDA, TIRZITTO, TIRINTUMPITA, TROPARIDDO, RU VICCHIO,  U BELLU, VAGGHJIVO, VINTULERA, VIRRICIDDO,   VIZZINO,  VURPARIDDO, VANTIRINO, ZARUSO, ZICHILLANA, ZINGRIDDO, ZINZULARO, AUTUMUNTISO/PIAMUNTISO (di Altomonte), MUNTISIDDO (di Altomonte),  RUTUNNARO (di Rotonda), MURANISO (di Morano), TURCHIANISO (di Trecchina), ecc. ecc.

Va detto che quasi tutti questi soprannomi non si usano più. Solo gli anziani ricorrono ancora a qualcuno di essi. I giovani preferiscono chiamarsi con nome e cognome.

Chi volesse un racconto più dettagliato sull’origine dei cognomi può visitare questo sito: http://www.orsomarsoblues.it/2013/09/i-cognomi-come-quando-dove-e-perche-sono-nati/

Nella foto riconoscete da sx  Giuseppe di Poveragente, Pasquale Laurito e U Bersagliere.

Foto: Maria Spinicci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close