Mastro Anselmo

Mastro Anselmo e Maria

Anche i calzolai ad Orsomarso sono scomparsi. Viviamo sotto il dominio del profitto, per cui si compera, si usa (in genere per poco tempo) e poi si getta. Da riparare non c’è niente.

In questa foto molto bella vedete mastro Anselmo al lavoro nella sua bottega. A quel tempo in paese c’erano 4 o 5 calzolai; il lavoro non mancava, perché oltre a riparare le zaricchie confezionavano anche le nuove.

Anselmo è in compagnia di Maria, l’ostetrica del paese. Era di una simpatia e di una cordialità straripanti. Non solo aiutava le donne a partorire in casa, ma si prendeva cura anche degli ammalati:  ogni giorno si girava il paese per fare iniezioni o medicazioni. A quel tempo c’era chi nasceva a Verbicaro, a Grisolia, ad Aieta, a Diamante. Oggi, siccome i parti avvengono in ospedale, i bimbi nascono solo a Maratea, a Belvedere, a Lagonegro …

Nei piccoli paesi avviene solo il gesto d’amore del concepimento. Ma questo all’anagrafe non risulta.

E l’ultimo saluto quando inizia quel viaggio che non prevede ritorno

Foto: Anselmo Sangiovanni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close