Il maniscalco

Vincenzo Palombino al lavoro

A prendersi cura di muli ed asini ci pensava Vincenzo Palombino. Era bravissimo. Aveva lo “studio” sotto casa di mia nonna. Ferrava e tosava con grande maestria.
Quando gli capitava una bestia un po’ “canzirra”, trovava il modo per ammansirla.

La sua attività non si limitava a fare il maniscalco.

Riparava anche aratri, erpici, zappe. Faceva di tutto.
Negli ultimi anni s’era sbilanciato anche a fare ringhiere.

Un artista!

Quando ero ragazzo ogni tanto m’ingaggiava a “girare il mantice”. Ci andavo volentieri, perché la cosa mi divertiva.

Qui lo vedete verso la fine della carriera. Lo “studio” l’ha già chiuso e trasformato in garage. Lavora all’aperto. Sta ferrando il mulo di Michele. Il nipotino Vincenzo gli dà una mano.

Foto: Michele Palombino

2 Replies to “Il maniscalco”

  1. enzo ha detto:

    Mi fermavo sempre prima di entrare a scuola,prima le medie erano al palazzotto,e qualche volta si saliva prima per girare il mantice,era un divertimento,e lui era un maestro.

  2. Annamaria ha detto:

    Grazie per l’articolo!!
    Davvero un bellissimo ricordo dell’ arte che mio nonno svolgeva con passione e maestria nella sua “forgia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close