Omero

Omero Fazio

Siamo verso la fine degli anni ’50. Omero è seduto vicino al negozio del padre. La strada non è stata ancora allargata ed il muro che la delimita ha ancora la robustezza primitiva.

Il cartello SINGER rimanda ad una macchina da cucire. Siamo nel tempo in cui le cose rotte si aggiustavano e molti abiti, soprattutto femminili, si confezionavano in casa o presso una signora ( a mastra) brava nel cucire. Per gli uomini c’erano i cusituri che però avevano bottega. Tra gli anni ’50 e ’60 ad Orsomarso c’erano 4 o 5 persone che si guadagnavano da vivere confezionando abiti maschili.

Foto: Omero Fazio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close