ROTONDELLA- Il sindaco rinuncia tranquillamente alle compensazioni nucleari

roto

Compensazioni: Da Rotondella una lezione di cultura politica dello sviluppo per la Regione Basilicata

Obama vola via e non sappiamo se il suo staff abbia affrontato la questione sul ritiro delle barre di Elk River dall’Italia. Parlare del ritiro delle barre nucleari di Elk River da parte di Renzi a Obama era come parlare di una goccia nel mare, visti i discorsi d’impegni internazionali assunti in tema di F35, energia ,sicurezza e di difesa in ambito Nato.

Abbiamo invece registrato in Regione l’interessamento istituzionale del sindaco di Rotondella Enzo Francomano e del presidente della commissione sanità della regione Basilicata Bradascio.

Anche se per il momento non si sono raggiunti i risultati auspicati, ringraziamo in particolare l’amministrazione comunale di Rotondella che sulla questione nucleare ha dato lezione di cultura politica dello sviluppo a tutta la Basilicata.

Ci riferiamo al fatto che il comune di Rotondella nonostante prendesse compensazioni dal fardello nucleare di III categoria insieme ai comuni di Policoro, Nova Siri, Tursi e alla provincia di Matera ha chiesto l’allontanamento delle barre nucleari rinunciando cosi alle compensazioni nucleari ~.

Rotondella (Mt)

Rotondella (Mt)


Il sindaco rinuncia tranquillamente alle compensazioni nucleari composte di annualità fisse e a tempo indeterminato di circa un milione di euro (non a termine come quelle del petrolio) perché il suo comune ha altre aspirazioni collegate alla capacità imprenditoriale locale e alla bellezza del proprio territorio. Gli agricoltori rotondellesi hanno messo su coltivazioni biologiche di alto livello, (la Plasmon ha qui le sue oasi biologiche) e la coltura dell’albicocca in una sola raccolta di questo frutto vale nel solo comune un giro di affari di circa 30 milioni di euro l’anno.

Un esempio o meglio una lezione di cultura politica dello sviluppo che dovrebbero imparare quei sindaci della Val d’agri o meglio quelli del Mercure che lasciano distruggere i propri territori e le proprie per far posto a trivelle e centrali.

Una lezione per il governatore PIttella che proprio in questi giorni è andato nel Mercure a convincere i sindaci del Parco del Pollino ad accettare la centrale Enel a mega biomassa in cambio di compensazioni, mandando all’aria anni di milioni di euro investiti nel Pollino in termini agricoltura, turismo e posti di lavoro connessi.

Una sorta di cultura politica del sottosviluppo che sta praticando Pittella o di una scuola di una politica mendicante, dove gli amministratori locali vanno dalle multinazionali con il cappello in mano per lasciare distruggere territorio ed economie locali in cambio di compensazioni economiche.

Ringraziamo la stampa, la tv, la web tv per l’attenzione che ci hanno riservato sulla questione delle barre di Elk River ,le forze dell’ordine sempre presenti alle ns. manifestazioni , ma soprattutto un grande grazie va al Comune di Rotondella nella persona del suo sindaco per questa lezione di cultura politica dello sviluppo che ha saputo dare a una regione sfruttata e impoverita.

Grazie Rotondella
Noscorie Trisaia.

 by 

Foto web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close