Il volto nell’arte tra realismo, idealizzazione, stilizzazione ed espressionismo

"nascita di Venere" di Botticelli

“Nascita di Venere” di Botticelli


La rappresentazione del viso umano nella storia dell’arte è un argomento complesso ma affascinante. Uno di quelli che si possono affrontare in maniera filosofica e dotta oppure in modo più intuitivo e sensoriale.

Se volete approfondire la materia secondo il primo approccio non posso che consigliarvi la lettura dei numerosi testi di Flavio Carolidedicati alle varie declinazioni del volto umano: dalla fisiognomica al viso di Cristo, dal rapporto volto-anima alla storia del ritratto dal Rinascimento ad oggi…


In questo post voglio provare, naturalmente, con il secondo approccio, quello che ritengo più utile dal punto di vista dell’efficacia didattica. Allora cominciamo subito con un video: una delle “analisi” più stupefacenti è, infatti, quella che Philip Scott Johnson, digital artist americano, ha realizzato montando in un unica sequenza“Cinquecento anni di ritratti femminili nell’arte occidentale”.

Nel video “Visages d’art”, invece, epoche e culture si mescolano sapientemente per un risultato ancora più spettacolare!

E se volete vedere dal vero una splendida carrellata di ritratti, avete ancora tre giorni per visitare la mostra ai Musei Capitolini di Roma dal titolo “Ritratti. Le tante facce del potere” riguardante il ritratto scultoreo in età romana e la sua funzione celebrativa.


Nell’ottica del learning by doing, però, non basta lasciarsi stupire dalle immagini ma produrne di proprie. Ecco allora l’esercizio grafico per eccellenza: il ridisegno del volto e delle espressioni. Per fare ciò ci vengono incontro decine e decine di siti e blog con utili suggerimentiper principianti.

Non si diventa, probabilmente, bravi come Leonardo da Vinci (suoi sono i disegni che vedete qui sotto), ma si imparerà a riconoscere le proporzioni e l’armonia dei volti.


È un esercizio istruttivo anche per chi avesse intenzione di produrre volti stilizzati o deformati ispirandosi a Modigliani, all’arte cicladica, a quella africana o medievale…


È evidente come, nella storia dell’arte, la raffigurazione del volto (maschile o femminile che sia) mostri un’alternanza di fasi che passano essenzialmente dal realismo all’idealizzazione, dallastilizzazione dei tratti alla loro deformazione espressionistica.

Per comprendere meglio questo percorso ho realizzato un’infograficabasata sulla linea del tempo. A sinistra le date, al centro le opere, a destra le didascalie. Andando dall’alto verso il basso si può andareavanti nel tempo e, se vi interessa scaricare l’immagine in alta risoluzione, basta cliccare su di essa. Buona visione!

 

 

BY  ·

 

Foto web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close