TERRENI DEMANIALI AFFIDATI AI GIOVANI!

dem

Corsia preferenziale per i giovani nella cessione di beni demaniali. Oltre 5000 ettari di terreni agricoli pubblici ceduti ai giovani interessati a tornare alla terra.

Terreni demaniali affidati ai giovani!

Perché svendere il demanio pubblico e non affittarlo a giovani agricoltori? ci chiedevamo due anni fa. L’esigenza di far cassa da parte del governo Monti si scontrava con il rischio di un nuovo latifondismo, e alla fine, almeno sulla carta, ha vinto il buon senso. A quanto pare lo Stato venderà o affitterà, la distinzione non è per nulla sottile, i suoi campi ai giovani che vogliono diventare imprenditori agricoli. Si tratta di terreni pubblici adatti alla coltivazione, spesso frazionati in piccole parti, ancor più spesso incolti. Maurizio Martina, ministro delle Politiche agricole, ha firmato il decreto dopo un lavoro durato alcuni mesi ha ottenuto l’elenco dei terreni dagli enti proprietari.
Si stimano 5.550 ettari di terreni agricoli pubblici, che da settembre saranno concessi in affitto o ceduti: possibilmente a giovani che già hanno un’impresa agricola o che intendono metterla in piedi e che s’impegnano – per i prossimi 20 anni – a destinare quelle terre alla coltivazione.
In entrambi i casi infatti, vendita o affitto, i giovani al di sotto dei 40 anni, potranno godere di un diritto di prelazione, una corsia preferenziale resa più solida dalle agevolazioni loro concesse nella sezione “Campolibero” del decreto competitività in discussione alla Camera.
Il Ministro garantisce trasparenza nella cessione dei fondi: asta pubblica per i terreni che hanno un valore superiore ai 100 mila euro e procedura negoziata per quelli di valore inferiore.
Prima che diventi esecutivo tutte queste misure devono adesso essere confermate nel prosieguo dell’esame parlamentare, procedura non scontata. Dobbiamo rimanere vigili!

Fonte: http://www.aamterranuova.it/Orto-e-Giardino/Terreni-demaniali-affidati-ai-giovani#.U9YTh6upsF8.facebook

Foto web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close