La stagione dei fichi

 

L’estate è il tempo dei fichi.

Qui vedete Vincenzo Celestino, che lavorava per conto della famiglia Stabile, con una bella distesa di cannizzole a Mircuro.

Negli anni ’50 e ’60 c’era un certo commercio con Mormanno. Anzi più che il commercio si praticava il baratto: si davano fichi, olio, vino in cambio di  patate, castagne, formaggio.

Mio nonno mi raccontava che i murmannuli erano scaltri nei loro affari. E mi recitava, a conferma, questi versetti che aveva appreso da uno di loro.

QUANTU SU FISSI LI SUMARSISI

CANGIANU A SCORZA

CU LA MUDDICA.

Si davano fichi (o altro) che non hanno buccia in cambio di castagne o patate che invece la buccia ce l’hanno.

La miseria imponeva che niente andasse perso.

Foto: Silvia Farace

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close