ALLARME ARGENTINO!!!! Segnalazione di Francesco Bevilacqua

L'Argentino a Quagghianuno

L’Argentino a Quagghianuno

Due domeniche fa, insieme agli amici dell’ADM di Bisignano, abbiamo fatto un’escursione nella valle dell’Argentino (Orsomarso), nella parte sud-occidentale del Parco Nazionale del Pollino. La valle dell’Argentino, per chi non la conoscesse, è uno dei cuori pulsanti delle montagne del Sud, un habitat straordinario dove vivono specie di flora e di fauna di enorme importanza. Senta contare l’altissimo gradiente estetico del paesaggio della valle. Nell’occasione abbiamo notato che molti alberi delle rive del fiume (ontani neri soprattutto, alcuni persino monumentali) sono stati contrassegnati con vistosi segni di vernice azzurra e numeri seriali. Domandando in loco, ci è stato riferito che il Comune di Orsomarso avrebbe in mente di far tagliare le piante contrassegnate (centinaia), non è ben chiaro per quale motivo. Non vi sono ragioni di sicurezza (i fiumi non si mettono in sicurezza eliminando gli alberi delle rive, ma non costruendoci a ridosso). Non vi sono ragioni selvicoturali (il bosco, sulle rive, si sta gradualmente riprendendo dopo i saccheggi inconsulti del passato). Non vi sono ragioni naturalistiche (siamo in una vecchia riserva naturale dello Stato ed ora in una delle zone più importanti del parco e con un bosco ripariale che si sta spontaneamente rinaturalizzando con specie autoctone). Non vi possono essere ragioni commerciali (il sacrificio di un ambiente naturale così delicato e fondamentale per lo sviluppo sostenibile di Orsomarso non può essere scambiato con poche decine di migliaia di euro). Non sappiamo se quanto riferitoci in loco sia vero o meno. Comunque sia, se è vero, chiediamo al Parco ed a tutte le autorità competenti di revocare le eventuali autorizzazioni concesse ed impedire quello che sarebbe un vero e proprio scempio ambientale. Che, oltretutto, farebbe fare l’ennesima figuraccia internazionale alla Calabria, dopo quella rimediata col taglio del Bosco Archiforo, a Serra San Bruno. Il WWF Calabria è già intervenuto formalmente con una nota indirizzata alle autorità competenti. Invitiamo tutti a fare pressioni in questo senso.

 

Di Francesco Bevilacqua

 

################################

 

Credo sia utile chiedere al Sindaco chiarimenti su quanto segnalato da Francesco.

 

##########################################################

###########################################

ALLARME ARGENTINO! – Incontro con il Sindaco De Caprio

Dopo la segnalazione di Francesco Bevilacqua  sugli alberi numerati nella Valle dell’Argentino, mi ero promesso di parlarne con il Sindaco.

L’ho fatto stamattina

In sintesi:

  • Non è in programma nessun progetto di taglio a fini speculativi;

  • Le piogge dell’inverno scorso, che avevano, in alcuni tratti, distrutto la carrabile per Povera Mosca, hanno lasciato situazioni di pericolo. Ci sono alberi che sono stati parzialmente o completamente sradicati e possono intralciare il normale deflusso delle acque in caso di piogge persistenti, creando seri problemi a valle.

  • Per evitare rischi l’Amministrazione ha affidato ad un tecnico il compito di individuare i casi critici e di numerarli. Si sarebbe proceduto ad asportare questi alberi, previa autorizzazione delle autorità competenti.

  • A seguito della segnalazione di F. Bevilacqua, questo progetto è stato bloccato. Nelle prossime settimane ci saranno degli incontri con l’Ente Parco ed il Corpo Forestale per valutare la situazione e trovare una soluzione.

Durante la conversazione il Sindaco  ha tenuto più volte a precisare che la tutela del patrimonio storico e naturalistico di Orsomarso costituisce uno degli obiettivi primari della sua Amministrazione.

Debbo dar conto, per esperienza diretta, che De Caprio si sta adoperando, in collaborazione con la Soprintendenza,  per salvare  quel poco che resta della Grotta dell’Angelo, dopo anni di parole e d’incuria.

So anche di un progetto, che vede coinvolti il prof. Enzo Mattanò di Lungro e Giovanni Russo, per lo studio ed il recupero di alcuni siti.  Ad opera compiuta,  potrebbe esserci una svolta nella vita di questo paese.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close