Usano la guerra, le uccisioni di massa e le vittime civili, come copertura per il denaro dei contribuenti americani che confluisce nelle tasche di poche società americane. E stiamo parlando di tanto denaro.

Johon Kerry

Johon Kerry

I veri beneficiari della guerra contro lo Stato Islamico in Iraq e Siria

La General Dynamics ha appena ricevuto 600 milioni di dollari dal governo americano
A volte, nella nebbia di ciò che è la guerra in Medio Oriente, inizialmente avviata sotto il pretesto di un “intervento umanitario” per poi trasformarsi rapidamente in un’altra campagna contro la Siria per placare i vari emiri e principi sauditi e del Qatar, è facile perdere di vista quale sia lo scopo della guerra.

aa

Per fortuna, scrive il blog americano ZeroHedge, abbiamo il complesso militare industriale degli Stati Uniti a ricordarcelo, e in particolare gli specialisti in armi e munizioni come la General Dynamics. Quindi, ecco, per chi è confuso, la prima faccia della medaglia: coloro che usano la guerra, le uccisioni di massa e le vittime civili, come copertura per il denaro dei contribuenti americani che confluisce nelle tasche di poche società americane. E stiamo parlando di tanto denaro.

Come riporta Reuters, il governo degli Stati Uniti ha detto di aver approvato la vendita all’Iraq di 600 milioni di munizioni prodotte dalla General Dynamics Corp dicendo che avrebbe aiutato il governo iracheno a rafforzare le sue capacità di difesa .

a

In breve: l’amministrazione Obama è in procinto di dare al suo ultimo governo fantoccio in Iraq circa 600 milioni di fondi dei contribuenti americani così che il governo possa ulteriormente rafforzarsi nella sua guerra con un gruppo terroristico che fino a poco tempo fa era egli stesso finanziato, addestrato ed equipaggiato dal governo degli Stati Uniti. Il beneficiario: una società statunitense che alcuni dicono sia l’avanguardia del complesso militare industriale degli Stati Uniti.

“La Defense Security Cooperation Agency del Pentagono, o DSCA, ha notificato ai legislatori che il Dipartimento di Stato ha approvato la vendita di 10mila munizioni anticarro M831 da 120m, 10mila testate M865 da 120 mm e 26mila altre munizioni, così come i servizi di logistica.

aaaa

DSCA ha detto che il primo contractor sarà General Dynamics, produttore del carro armato M1A1 Abrams e le munizioni richieste.

L’esercito americano sta conducendo attacchi aerei contro i militanti dello Stato Islamico in Iraq e Siria, e sta cercando di rafforzare il governo iracheno in modo che possa resistere più efficacemente all’avanzata degli estremisti”.

Reuters aggiunge anche che il Congresso ha ora 30 giorni per bloccare la vendita, “anche se tale azione è rara in quanto i contratti sono di solito controllati con attenzione prima di una notifica del Congresso.”

In realtà, la ragione per cui c’è raramente un blocco di tali sussidi indiretti al Complesso Militare industriale è semplice, ed è l’altra faccia della medaglia.

I grafici e le tabelle di seguito, per gentile concessione di OpenSecrets, aiutano a capire.

Ecco la sintesi delle attività di lobbying dell’azienda per il 2014::

I contributi della General Dynamics al Congresso:

E’ chiaro che le recenti “donazioni” della General Dynamics al Congresso sono diminuite, quindi è giunto il momento che il Congresso faccia qualcosa di serio per accontentare i suoi generosi donatori. Dopo tutto, ricorda ZeroHedge, le vacanze stanno arrivando velocemente e, senza quei dollari, come potrebbero, i corrotti membri del Congresso degli Stati Uniti celebrare il Christmakkah mentre il loro collegio elettorale sguazza nella povertà?

L’Antidiplomatico

http://www.lantidiplomatico.it/dettnews.php?idx=82&pg=9113

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close