Contadini alla fiera

 

contadini-che-mangiano-sui-cufuni

Abbiamo bisogno di contadini, di poeti, di gente che sa fare il pane,

di gente che ama gli alberi e riconosce il vento.

Più che l’anno della crescita, ci vorrebbe l’anno dell’attenzione.

Attenzione a chi cade, attenzione al sole che nasce e che muore,

attenzione ai ragazzi che crescono,

attenzione anche a un semplice lampione,

a un muro scrostato.

Oggi essere rivoluzionari significa togliere più che aggiungere,

significa rallentare più che accelerare,

significa dare valore al silenzio, al buio, alla luce,

alla fragilità, alla dolcezza.

 Franco Arminio, “Geografia commossa dell’Italia interna”

Foto web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close