Convento

 

conv

LA CHIESA, L’ASILO ED I RESTI DEL VECCHIO CONVENTO FRANCESCANO.

La foto risale ai primi anni ’60.

Oggi: quel rudere è diventato sala consiliare, la chiesa è cadente, mentre l’asilo, dopo un periodo di abbandono a seguito della partenza delle suore, è in ristrutturazione.

Non fatevi sfuggire un particolare: sul fianco della montagna potete scorgere i cavalletti della teleferica che portava i tronchi da Mare Piccolo alla  Segheria.

One Reply to “Convento”

  1. Giovanni Russo ha detto:

    I lavori per la costruzione del convento francescano iniziarono nel 1598 e furono completati nel 1600. Due soli anni per tutto quel lavoro! Tale rapidità di esecuzione fu dovuta al fatto che il piazzale su cui sorge il convento era già presente, come il materiale costruttivo, del resto. Infatti, il convento (intitolato a San Francesco e non a Sant’Antonio) è sorto sui resti di un antico monastero bizantino, già attivo nel X secolo, all’epoca dei santi mercuriensi Nilo, Fantino, Giovanni e Zaccaria. Quanto restava di quel monastero fu utilizzato come cava per l’estrazione di pietre utili per la nuova fondazione. Un’idea di come doveva essere l’antico cenobio ce la dà la costruzione che nella foto appare a destra del complesso francescano, lì dove oggi ha sede la sala consiliare! Le mura che racchiudevano il monastero e che gli conferivano un aspetto rupestre sono visibili anche in un’altra bellissima foto scattata dal letto del fiume Argentino, proveniente dall’Archivio Rotondaro, che, credo, sia stata pubblicata anche da Orsomarsoblues.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close