“Il cielo sopra il Pollino” …e dentro una centrale

virgilio

 Domenica 16 novembre a San Severino s’è respirata cultura. All’interno della manifestazione Borghi Narranti lo scrittore Massimiliano Virgilio ha letto il suo scritto “Il cielo sopra il Pollino”. Sotto il cielo c’è lo spettacolo cromatico dell’autunno, ci sono i borghi medioevali, le sorgenti d’acqua, i prodotti agroalimentari che oltre ad essere di qualità sanno di bontà; ci sono i gatti, i cani, i cinghiali che lasciano allo spettatore l’immagine di un posto pacifico, tranquillo, incontaminato, privo del caos metropolitano ma ricco di aria buona proprio come i prodotti che vengono portati sulle tavole apparecchiate. Sotto quel cielo c’è però un enorme camino, uno schiaffo a tutto ciò che è attorno. La centrale Enel del Mercure è situata proprio in una bellissima valle, se ci fosse un festival che premiasse le localizzazioni dei siti industriali, la centrale del Mercure vincerebbe questo primato. Massimilano Virgilio, descrivendo le bellezze di questi luoghi, evidenzia la scellerataggine di chi ha voluto una mega centrale in un parco naturale. Come si può promuovere il turismo e puntare su una centrale di quelle dimensioni? Un’altra abile “penna” sostiene la battaglia contro quell’ammasso di ferraglia arrugginita. Lo scrittore partenopeo si unisce ai tanti artisti, politici, cittadini che ostacolano quell’inutile presidio industriale che puzza di malavita organizzata

Fonte: http://pollinonocentrale.wordpress.com/2014/11/23/il-cielo-sopra-il-pollino-e-dentro-una-centrale/

Foto web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close