PARCO DEL POLLINO – Sigillo di Salomone

Personalmente l’ho trovato, in una zona ristretta, andando da  Valle Taliana verso Timpone Fornelli

Descrizione

Il nome latino di «polygonatum» nacque da due vocaboli greci (polys= = molto e gone = nodo, ginocchio, angolo), cioè per una allusione agli aspetti nodosi e ginocchiati del fusto sotterraneo di questa pianta.

Ogni anno, il fusto, seccando, lascia sulla radice come un’impronta o «sigillo» che si allinea a quella precedente, assumendo un aspetto inconfondibile.

Tale è anche la pianta nel suo insieme, con le sue foglie ovali a nervature parallele ed i fiori bianco verdastri tubolosi che pendono dal fusto.

Caratteristici pure i frutti, delle bacche blu nerastre che compaiono in estate e per la cui pericolosità, in quanto velenose, è bene saperle identificare con esattezza.

Effetti salutari possiede invece la radice (rizoma) che può essere usata sia all’interno come antiemorragico e antinfiammatorio sia all’esterno per lenire le infiammazioni emorroidarie, per risolvere inconvenienti provocati da ustioni, da contusioni e distorsioni.

Habitat 

Nella zona sub-montana e montana, nei boschi e nelle loro radure di tutta l’Italia.

Fioritura: Maggio-Giugno.

Tempo balsamico: Ottobre.

Parti usate: Il rizoma da cogliere in autunno quando la pianta è a riposo.

Essiccarla al sole diretto. Proprietà: Antinfiammatorie, revulsive.

Componenti principali: Saponine, glucosidi, una sostanza ipoglicemica (che abbassa il tenore di zucchero nel sangue), mucillagini, tannini.

Fiori

Preparazioni Sigillo di Salomone

Decotto: (Contusioni, scottature, foruncoli)

Gr. 10 di rizoma in 100 gr. di acqua.

Far bollire per qualche minuto.

Dopo aver filtrato, si applicano delle compresse di garza imbevute di decotto sulle zone interessate.

Maschera contro gli arrossamenti: Far cuocere senz’acqua o al forno, un rizoma; appena cotto prelevare la parte interna e ridurla in polvere; applicare uniformemente sul viso.

Filtrare l’olio e adoperarlo per frizioni sulle parti doloranti.

Nomi dialettali Sigillo di Salomone

Sitronnet (Piem.),
Moneghett selvadegh (Lomb.),
Erba porrina (Ven.),
Lelli (Era.),
Frassinella (Tose.),
Sparaciù di curma (Sic.).

Fonte: http://www.windoweb.it/guida/famiglia/piante_medicinali_Sigillo_di_Salomone.htm

Foto RETE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close