Il professore Rossi

il maestro F.Giuseppe rossi gruppo scuole 1938

Scrive Dino Di Giorno

“Buongiorno, le invio il file della foto che non avevo allegato, risale al 1938 è una foto dove sono raggruppate le varie classi dell’elementari di Orsomarso insieme a mio Nonno F. Giuseppe Rossi.
Cordiali saluti
Dino Di Giorno”

Sono grato a Dino per la cortese collaborazione.
Chi ha vissuto il passaggio tra gli anni ’40 e ‘50 ricorderà il professore Rossi alla fine della carriera (ad Orsomarso non c’erano “maestri”, erano tutti “professori”).

In questa foto lo vedete in alto a dx con il cappello.
Sarebbe bello se qualcuno che lo ha avuto come maestro ce ne parlasse.


È con grande emozione che ho letto il commento di Omero alla fotografia che ha mandato Dino Di Giorno del nonno Giuseppe Rossi.

Ci viene rivelata tutta l’umanità di un uomo che molti di voi non hanno conosciuto.

Credo che anche i nipoti Antonietta e Dino saranno contenti

Scrive Omero: 

Sono stato scolaro del professore Rossi dalla prima alla quarta elementare.  

Durante il corso dell’ultimo anno,  per  l’insorgere di una malattia, venimmo affidati alla figlia Evelina, in qualità di supplente, alla sua prima esperienza didattica, poiché si era diplomata da poco.

Ricordo con quanta dedizione il maestro seguiva gli alunni!

Oltre alle lezioni si prodigava anche in molti piccoli ausili. Ne ricordo uno in particolare. A quei tempi si scriveva con  il lapis e nessuno di noi  scolaretti possedeva un  temperamatite (eravamo  nel dopoguerra). E lui, con un temperino  tagliente,  andava in soccorso di tutti.

Il prof. Rossi lo ricordo come il maestro-contadino. Questo grande uomo, dopo l’insegnamento del mattino a scuola, il pomeriggio vestiva altre vesti. Con il suo asinello si recava nella sua campagna, per coltivare il suo piccolo podere, che, se non ricordo male, era nella contrada Molina.

Questo suo abbinamento dell’attività intellettuale a quella più umile del contadino ha lasciato in me un’immagine bella del valore formativo del lavoro.

La fotografia “La pagella di Omero”, già pubblicata da Orsomarso Blues, si riferisce  al secondo anno frequentato con il professore Rossi.

Omero Fazio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close