… i primi fanti il ventiquattro maggio

ggtty

 

Il Piave mormorava calmo e placido al passaggio

dei primi fanti il ventiquattro maggio:

l’esercito marciava per raggiunger la frontiera,

per far contro il nemico una barriera.

Muti passaron quella notte i fanti;

tacere bisognava e andare avanti.

S’udiva intanto dalle amate sponde

sommesso e lieve il tripudiar de l’onde:

era un passaggio dolce e lusinghiero.

Il Piave mormorò: “NON PASSA LO STRANIERO”.

CENTO ANNI FA L’ITALIA SI BUTTAVA NELLA GRANDE GUERRA.

Oggi e domani ORSOMARSO BLUES pubblicherà  materiale su questa tragica storia.

Per non dimenticare,

perchè si sappia quel che è stato, senza la retorica patriottica che ha coperto le miopi scelte della corona, del governo e gli oscuri  interessi dei soliti pescecani,

perchè la memoria del passato sia di conforto nell’ora presente ed aiuti ad orientare il nostro cammino.

Foto web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close