Il pane di Giovanni

Giovanni Farace (secondo da sx)

 

Le guerre scatenano l’inferno. Ogni limite viene travolto; nessun dio sa spegnere il furore omicida.

Eppure, basta uscire fuori da quella logica diabolica, basta staccarsi dalla truppa, ed anche se l’altro ha la divisa di un altro colore, si recuperano scampoli di umanità.

Mi faceva notare Emo Farace che il padre, Giovanni (il secondo da sx), ha in mano una pagnotta; e compie il gesto di affettarla per condividerla con gli altri.

Nel tempo della malora e della fame si torna ad essere uomini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close