ORSOMARSO – Ill.mo Sig. Sindaco…

Il pannello imbrattato alla Campanara

Il pannello imbrattato alla Campanara

Ill.mo Sig. Sindaco,

 

lo sconcio di quel pannello imbrattato alla Campanara mi spinse, alcuni anni fa,  a scrivere all’Amministrazione del tempo, chiedendo di fare qualcosa per porvi rimedio.

Era il 2012. Lo sconcio è ancora lì, scomodo come un disagio da cui non si riesce a venir fuori.

Rinnovo la richiesta a lei, rimettendo in circolazione quell’articolo. Spero di avere miglior fortuna.

 

Ringrazio per l’attenzione ed ossequio cordialmente

 

Cosma Di Leone

 

 

—————————————————————————

 

PER UN PUGNO DI EURO…

A volte basta poco per dare un segno di novità. Basta un’organizzazione efficace del gruppo. Non sono necessari fondi,  progetti, autorizzazioni. No. Basta guardarsi attorno, basta valorizzare chi lavora con noi: un appunto, una telefonata e tanti piccoli problemi si possono risolvere. In breve tempo.  E la comunità vive meglio.

Guardate questa foto: è un pannello dell’Ente Parco del Pollino, tirato su alcuni anni fa. Voleva essere una promozione turistica del territorio. Voleva essere… Alcuni deficienti, nemici del Parco, lo imbrattarono subito dopo l’installazione.

Da allora è in queste condizioni.

Il Parco non sa (o fa finta di non sapere), il Comune non vede (o fa finta di non vedere),  i cittadini gli passano a fianco con l’indifferenza di chi non ha molto interesse per questo genere di problemi.

Proposta

E  se il sindaco o l’assessore all’urbanistica dicessero al Parco: “Ci prendiamo noi cura dei pannelli che si trovano nel nostro Comune”?

Non sarebbe un bel segno di novità?

E se il sindaco o l’assessore facessero preparare dei pannelli nuovi, che valorizzassero le meraviglie del nostro territorio, non sarebbe un bel biglietto da visita offerto ai cittadini che ci vengono a trovare?

Bastano poche centinaia di euro!   Solo poche centinaia di euro!

“Le piccole cose sono piccole cose, ma essere fedeli alle piccole cose è una gran bella cosa” (Sant’ Agostino)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close