Zi’ Gangilo

 

In questa foto c’è tutta l’umanità di Angelo Cirelli, per tutti Zi’ Gangilo.

Aveva lavorato con l’Argentino. I nostri monti se l’era girati palmo a palmo. Mi raccontava Walter Paulon che il padre, Vittorio, responsabile dell’Argentino, se ne serviva come guida e consulente per conoscere vita e miracoli dei monti dell’Orsomarso.

Per un anno che finisce con i miasmi di guerre, egoismi, sopraffazioni, il volto buono di Zi Gangilo può darci un filo di speranza per il futuro: confidare nell’umanità che alberga in tanti cuori.

Ad maiora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close