La moto

 

Un  pomeriggio d’estate in Piazza Municipio. Alcuni vecchietti si riparano dal sole dietro la casa di Filomena Faillace. Un cane se ne va in cerca di cibo. La bottega di Palombino e la calzoleria di zio Luigi sono ancora chiuse (forse zio Luigi è andato a lavorare in Germania). Si percepisce un sentimento di abbandono, di solitudine. La vita è altrove.

 

La scena è tutta per Lemmo Farace e Dario Amoroso sulla moto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close