SERVIZIO MILITARE

 

 

“Il ricorso alla coscrizione obbligatoria spesso sottraeva risorse giovani alle famiglie di reddito medio-basso, privandole della manodopera da impiegare nei lavori agricoli più pesanti e del relativo reddito. In mancanza di uno Stato sociale, i figli provvedevano al sostentamento dei genitori anziani, che erano privati di tale reddito dal servizio di leva, che non era retribuito.

Il periodo di ferma era inoltre visto dai sostenitori dell’obiezione di coscienza (movimento sviluppatosi soprattutto a partire dagli anni settanta del XX secolo) come un periodo di riduzione della libertà personale. Il passaggio a un esercito di professionisti ha mostrato, anche se non totalmente, di risolvere queste problematiche, talvolta a fronte di un aggravio della spesa militare per la retribuzione delle nuove risorse.” (Wikipedia.org)

 

Nella foto Renato Aronne a Civitavecchia nel 1961

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close