Artigiani

 

Nel tempo contadino ad Orsomarso c’era un’economia povera. Le risorse erano poche e ci si arrangiava con quelle. Gli artigiani erano tanti: in ogni vicolo c’era un sarto, un calzolaio, un falegname, un fabbro, uno stagnino, un maniscalco … Le botteghe erano anguste, ma piene di vita.

A volte si lavorava anche per strada. Come fa  Palmiro Regina, che cerca di manipolare  vimini per piegarli alle sue esigenze creative. Gli tiene compagnia Amedeo Taddio.

Palmiro è bravissimo; ancora oggi costruisce oggetti di una grazia particolare.

One Reply to “Artigiani”

  1. Cosma Pantalena ha detto:

    Palmiro, un caro amico, col quale non ci vediamo da molto tempo. Abbiamo frequentato insieme la scuola elementare e ne ricordo una dote particolare: aveva una scrittura bellissima, chiara, precisa ordinata, specialmente in stampatello. Spesso da lui ci facevamo ricopiare sui nostri quaderni qualche testo da conservare, tipo poesie. Lo ripenso con affetto e lo abbraccio.

Rispondi a Cosma Pantalena Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close