FEBBRAIO, i proverbi del mese

Tra i proverbi tradizionali, sorti in un’economia contadina, febbraio non è molto apprezzato: «Febbraio, corto e amaro» oppure «Febbraio, febbraietto, corto e maledetto» o «Febbraiuzzo peggio di tutto», si diceva quando le provviste erano giunte agli sgoccioli, le bestie erano ormai poche e malridotte per il poco fieno rimasto e, quindi, bisognava «sbarcare il lunario» fino alla primavera.

Tuttavia «Se febbraio non isferra, marzo mal pensa» cioè, se il mese di febbraio non si scatena sbizzarrendosi col maltempo, sarà il mese successivo a compensarlo. Letteralmente «isferrare» deriva da «ferrare», usato in senso metaforico come nel proverbio «Febbraio, ferra l’acquaio», cioè congela l’acqua nelle tubature. Un altro proverbio meno criptico sostiene che «Se febbraio non febbreggia, marzo matteggia».

I contadini al ghiaccio preferiscono la pioggia: «Pioggia di febbraio, empie il granaio», ossia aiuta il grano a cestire e a uscire per tempo. A questo proverbio fa eco un altro: «Se di febbraio corrono i viottoli, empi di vino e olio tutti i ciottoli» dove «corrono i viottoli» è la metafora della pioggia che scorre veloce per i sentieri.

Ma nel secondo mese dell’anno le giornate si allungano sensibilmente sicché si dice anche: «Febbraio, il sole in ogni ombraio» perché cominciano a filtrare i raggi di sole nei luoghi che sono rimasti all’ombra da novembre. La terra, che sembrava addormentata nel letargo invernale, comincia a risvegliarsi. «Favrér, la tèra in caldér », febbraio, la terra in calore, sostiene un proverbio romagnolo che ne richiama un altro calabrese: «Frivaru, la frevi ‘nta la terra», febbraio, la febbre dentro la terra. È come se si accendesse un fuoco ctonio, quel fuoco che bene simboleggiavano le candele accese una volta alla festa della Candelora alludendo al risvegliarsi della vita nelle erbe e nelle piante.

Fonte: LUNARIO, di A. Cattabiani – Oscar Mondadori

Foto: ORSOMARSO – Scorpari

Lascia un commento se ti è piaciuto l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivi

Categorie