EMILIO

Bella questa foto, per tanti motivi.

Emilio si mostra nella fierezza dei suoi anni belli. Il futuro non gli fa paura. È risorsa da conquistare e gustare.

L’ambiente è la chiesa di Santo Linardo. Mette malinconia a vederla come era ridotta. Ha parole che vengono da lontano, ma noi non abbiamo saputo ascoltarle. Troppo tardi ne abbiamo percepito gli echi e si è tentato di darle risposte.

Una particolarità.

Io ed Emilio siamo discendenti di due fratelli, Salvatore ed Angelo Di Leone. Nel ramo di Emilio si è persa per strada la “Di”. Oggi lui è Emilio Leone.

La storia dei cognomi ha tante sorprese.

L’affetto però non è cambiato, rimane quello di sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close