Manifesto di Chisciotte

Non è l’oppositore dei poteri, lui è l’opposto.

Alla potenza oppone l’impotenza, un’altra volontà.

Non sta all’opposizione, che non c’è, sta nell’antipodo.

I poteri si affollano nei centri, da lui spazio ce n’è,

l’opposto è largo, diffamato, sparso.

Quando incontra un suo simile fonda una repubblica

su una stretta di mano, una città

senza sindaco, polizia, giudice, borsa.

Lo rinfresca ogni voce antipatica ai poteri,

ma alla rivoluzione dice: troppo poco,

buttare gambe all’aria, sovvertire non basta,

bisogna sradicarsi dal petto, dal respiro

la volontà di assumere potere, se no si ricomincia.

L’opposto ha un solo articolo della costituzione,

a ognuno fare quello che si vorrebbe fatto a sé.

Da L’OSPITE INCALLITO, di Erri De Luca – Einaudi

Foto RETE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close