A PANITTERA

Ieri sera ho incontrato Nina, che, con passo incerto,  tornava dalla messa al braccio di Dora Laurito. L’ho salutata e lei di rimando:  “Bisogna uscire e camminare, perché fa bene alla salute”.

Le ho detto che oggi avrei pubblicato questa foto, per ricordare la bella stagione, che è volata troppo in fretta. “Metti che mi chiamo Nina ra Panittera, chè Nina Papa nun u sa nisciuno cu sungo”.

Nella foto c’è quasi tutta la famiglia Panittera; manca Vittorio ed il capofamiglia, Giovanni. L’altra ragazza è Elisa Sorrentino.

Lascia un commento se ti è piaciuto l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivi

Categorie