GIUSEPPE

Questa bella foto con Giuseppe Fortunato recupera un po’ del nostro passato: Scorpari ed il lavoro nei campi con l’aiuto delle bestie, quando macchine non ce n’erano.

Assieme a Carrola e Minzinaro, Scorpari  era il terreno agricolo più in quota: oltre i 700 m. Pastorizia e semine occupavano le tante famiglie che vi risiedevano. Ortaggi pochi. Vi funzionava anche una pluriclasse elementare. Le maestre vi si arrampicavano a dorso di mulo. Salivano il lunedì e tornavano il sabato.

Oggi è tutto diverso. La strada, costruita dall’Enel, ha favorito tanti cambiamenti.

Giuseppe, marito di Minuccia Fortunato, è mancato alcuni anni addietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close