Canti popolari – OHI SUMARZISA!

La cultura popolare viaggia oralmente da una generazione all’altra. Non celebra autori. Di un canto, uno scongiuro, una filastrocca, un indovinello, può capitare che esistano più versioni. Non solo tra paesi diversi, ma anche nella stessa comunità. Perché la memoria, a volte, è creativa.

Del canto OHI SUMARZISA, ho già pubblicato una versione che mi ha passato Giovanni. Adesso ve ne propongo un’altra. Ad occhio, questa mi sembra più vecchia.

Ohi sumarzisa, quntu bella siti,

quanta rucizza ‘nta lu cori tiniti.

L’aria ri li monti ti mantena

Come ‘na rosa frisca ‘ntu jardino.

Va la billizza tuja pi numinata,

Viato cu ti parla e cu t’ascuta.

Lu Cilu ti fa sempri cunpagnia.

Ti scanza ra timpesti e malatia.

Cu doti e senza doti ji ti vogghju

Comi t’ha fattu mammita ti pigghju.

Cu ti l’ha dittu ca nu’ tengu nenti?

Tengu na cascia ri stuppa filata.

Bella accussì t’ha fattu mamma tuja

E ti c’ha fattu pi ti dari a mija.

Passu li notti pi pinzari a tija,

E jettu ‘ ‘nfunnu u puzzo pene e guai.

Sumarzisa r’amuri,  cocche belle,

Siti la stidda ri stu paesello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close