ALLA CAMPANARA

Negli anni Cinquanta e Sessanta (quelli dei quali ho memoria) la Campanara dei Console brulicava di gente, soprattutto d’estate. A giugno/luglio vi faceva sosta la trebbia e vi rimaneva alcuni giorni, perché erano molti i contadini che vi portavano le gregne. In agosto, nel tempo dei fichi, c’era na spasulata ri cannizzole. Poi c’era da raccogliere le olive… Mai una sosta. Le tante casette erano frequentate ogni. Alcuni allevavano galline e maiali. C’era vita.

Vicino vi passava il sentiero che portava alla Mulina. Mattina e sera era un viavai di gente, perché molti si procuravano il poco di cui disponevano nei campi.

C’erano anche momenti di convivialità, come mostra questa foto. Attorno ad un tavolo si ritrovano le famiglie Candia, Corrado, Carlomagno e Santelli per un pranzo sull’aia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close