LA TEDESCA AL BOSCO CALABRO

Qui la storia verace del calabrese emigrato in Germania e paralizzato dal troppo correre su strade nuove e della ragazza

E il tempo corre

E il tempo corre e mi fa cedere qualcosa che mi appartiene nell’intimo serbata con la solitudine del pianto. Il

La pace delle cose selvagge

Quando la disperazione per il mondo cresce dentro di me e mi sveglio di notte al minimo rumore col timore

Tessono ancora

Qui luglio ha delle tarde primavereun sapore di ciliege montaninee fresco riso di contesi soli.Bevono a sorsi gli alberi ed

Sei la mia terra

Qui sempre ti ritrovoradicato alla rocciacome l’ulivo antico.Sei la gramigna il solcoil volto disseccato delle fiumareil tronco annerito dal fulmine:sei

In morte di un elefante

Tra gli esseri umani esistono stranieri e prigionieri.Lui non era straniero, né prigioniero, in Africa.In Europa sì, di un’arena rotonda

Il tempo rapisce i giorni antichi

Il tempo rapisce i giorni antichiI mesi le ore gli anni.Ciò che io sono non sarà mai più. Non posso

POETI CALABRESI – Felice Mastroianni

Felice Mastroianni (Insegnante e Poeta) nacque a Platania (CZ) il 4 agosto 1914. Trascorse l’infanzia tra Platania e Conflenti, paesi alle

TERRA MIA

TERRA MIA. Ma perché dovremmo ancora gridare la nostra amara sorte se non ci ascolta nessuno? Anche i tuoi figli

Economia del dono

«Lancia il tuo pane ai volti delle acque»: al fiume, alla corrente, offrilo al mondo, senza destinatario, come chi dona

Archivi

Categorie