Perchè gli animali nei sogni?

La presenza animale nei sogni è universale: non c’è cultura umana che non ne abbia parlato, fin dai tempi più remoti. Questo perché gli animali non sono solo esseri viventi: per l’uomo hanno da sempre un profondo significato simbolico ed è proprio in tal senso che compaiono nei sogni. Forse anche per questo motivo, in tutte le tradizioni antiche, gli animali rivestivano un ruolo sacro: le stesse divinità venivano sovente rappresentate in forme animalesche, ad esempio Horus che, nell’Antico Egitto, era associato al falco. La cultura sacra del popolo dei Faraoni pullulava di divinità immaginate con un corpo umano e testa di animale: Hator la mucca, Bastet il gatto, Anubi lo sciacallo…

A secoli e chilometri di distanza, i Nativi Americani attribuivano agli animali il ruolo di guida spirituale della comunità e ognuno poteva contare sul proprio animale guida personale. Costituendo parte integrante del patrimonio culturale umano, quindi, non c’è da stupirsi che gli animali vengano a trovarci anche nei nostri sogni. Lo stesso Sigmund Freud, il padre della Psicoanalisi, fin dagli albori della sua attività si ritrovò a fare i conti col peso che gli animali avevano nei sogni e nelle fantasie dei suoi pazienti.

Gli animali ci chiamano a riscoprire una parte di noi

Fu però soprattutto Carl Gustav Jung a riconoscere il valore simbolico della presenza animale nei sogni. Secondo il fondatore della psicologia analitica, i sogni non attingono soltanto all’inconscio personale del sognatore, ma anche e soprattutto all’inconscio collettivo, contenitore psichico universale che unisce tutti gli esseri umani al di là del tempo e dello spazio. In alcuni momenti particolari dell’esistenza, ci si può imbattere in quelli che Jung stesso definiva “grandi sogni”, ovvero esperienze oniriche ricche di simbologie connesse ai miti e alle leggende il cui tema portante è quello del Viaggio dell’Eroe.

Sono questi sogni molto significativi ad avere spesso come protagonisti gli animali i quali, come avviene anche nelle fiabe, diventano simboli ed espressione del processo di individuazione del sé, il cammino esistenziale che porta l’uomo a diventare quello che è veramente. Ma che cosa comunica esattamente la presenza animale nei sogni? Incontrarla, significa venire a contatto con la parte primitiva di ognuno, quella più irrazionale e inconscia, che ha radici antiche e misteriose.

Quanto più l’animale che compare nel sogno è lontano dalla nostra esperienza quotidiana e dal nostro consueto modo di vivere, tanto più possiamo essere certi di trovarci davanti una parte molto profonda di noi, quella a cui spesso non dedichiamo il giusto spazio e che adesso viene a reclamarlo per condurci verso la completezza, indispensabile per costruire una vita armonica e consapevole, base di ogni autenticità.

Tra le figure animali più comuni che compaiono nei sogni troviamo:

Il ragno: ha a che fare con il femminile, con le sue angosce e i conflitti psichici profondi legati al tema della maternità. Si pensi alla ragnatela: può significare casa e protezione, ma anche prigionia e distruzione.

Il coccodrillo: con il suo vivere al confine tra terra e acqua simboleggia la presenza di contraddizioni e polarità opposte nell’uomo.

La farfalla: simbolo molto positivo di rinascita psichica. Si pensi al bruco che, divenuto crisalide, “muore” per rinascere farfalla e….spiccare il volo.

Il cavallo: nel mito questo animale è stato sempre rappresentato come guida per l’eroe, ad esempio pegaso, il cavallo alato dell’eroe Perseo che sconfisse la medusa. Dotato di chiaroveggenza e facoltà divinatorie, il cavallo rappresenta universalmente la “saggezza” dell’istinto.     

Il gatto: altro animale tradizionalmente legato al femminile, in termini junghiani ha a che vedere con l’Anima, la parte femminile dell’uomo che necessita di essere riconosciuta e integrata, pena lo squilibrio psichico. Il gatto nei nostri sogni invita vivere con maggior autenticità e indipendenza, sapendo dare il giusto spazio alle parti più istintive e passionali di noi senza lasciarcene travolgere, ma integrandole nella vita di tutti i giorni. Ecco perché rappresenta uno dei simboli più fecondi del processo di individuazione che avviene continuamente dentro ognuno di noi.

Fonte: https://www.riza.it/psicologia/tu/6823/quando-nei-sogni-compaiono-gli-animali.html

FOTO RETE

RIZA, una bella rivista utile per tutta la famiglia

Lascia un commento se ti è piaciuto l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivi

Categorie