Il mio paese

panorama_0331

E’ un borgo tranquillo, sdraiato in poltrona
E amiche montagne gli fan da corona.
Lo chiamano città, ma non ha pretese:
Lui preferisce chiamarsi paese.

Molte persone ci vengono a trovare,
E tutti dicono: “Qui vorrei abitare”.
Le nostre strade son tutte in salita,
Ma in compenso c’è l’aria pulita.

La nostra montagna ha tanti tesori:
Castagne, funghi e moltissimi fiori;
Acque sorgive ci danno ristoro
E hanno aiutato il nostro lavoro.

Le nostre genti che sono emigrate;
In tutto il mondo son molto stimate.
Tutto ciò sembra scontato,
Ma è il paese che io ho amato.

Giuseppe Coltri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close