MANGIARE nei sogni

Totò in "Miseria e nobiltà", un capolavoro

Totò in “Miseria e nobiltà”, un capolavoro

Mangiare è azione che si presenta nei sogni con sensazioni molto forti: appetito o ingordigia, bisogno fisico da appagare, disgusto o senso di sazietà. Attraverso l’azione del mangiare creiamo un contatto profondo con il nostro corpo ed i suoi bisogni, obbediamo ad uno degli istinti primari della vita materiale, perseguiamo la sopravvivenza, ma anche il piacere, cediamo al bisogno di “avere“, di inglobare, di essere “pieni“.

E’ proprio la necessità di colmare un vuoto che nei sogni offre all’analisi gli spunti di maggiore interesse, perchè il mangiare onirico facilmente riflette un movimento psichico compensatorio, esprime un bisogno da soddisfare o simbolizza la necessità di integrazione di alcuni contenuti inconsci.

Le emozioni e le sensazioni suscitate dalla visione del cibo o legate al mangiare vero e proprio, eventuali problemi nella bocca, nella lingua, nel masticare o nel deglutire, la percezione di un senso di pienezza e di appagamento o di una famelicità che non viene colmata, saranno fondamentali nel dare una direzione all’analisi di questi sogni.

Così la positività e la soddisfazione percepite dal sognatore all’atto del mangiarerimanderanno ad una reale soddisfazione fisica che potrà comprendere anche aspetti sessuali vissuti con piacere e pienezza.

L’appetito che si sente nei sogni può facilmente rappresentare un appetito sessuale, un desiderio dell’amplesso, una immagine della libido individuale, l’espressione di un piacere che forse nella realtà ci si nega o a cui non si può accedere.

Mentre la voracità nel mangiare può fare riferimento ad una mancanza (di piacere, disesso ) che il sogno tenta di compensare, o, al contrario, può mostrare l’irruenza con la quale si sta vivendo e “consumando” una situazione, o si sta gustando qualcosa di piacevole.

Mangiare nei sogni malvolentieri oppure sentire l’ impossibilità di “mandare giù il boccone” è un’immagine molto esplicita che mostra disagio o malessere in qualche aspetto della realtà, disagio o malessere che non vengono raccolti ne’ ascoltati e si trasformano in un “boccone amaro” da inghiottire.

Nello stesso modo mangiare cibo guasto e disgustoso deve far riflettere il sognatore sulla sua realtà, per individuare le situazioni sgradevoli e pesanti, i problemi o il dolore che si sente costretto ad affrontare o a “mandare giù“.

Essere interrotti mentre si mangia può esprimere la frustrazione rispetto ad un piacere pregustato, ma che nella realtà non si è potuto vivere.

Mangiare è un’immagine simbolica molto potente che va sempre collegata oltre alle sensazioni provate, anche al cibo onirico che viene consumato, che può arricchire o completare di elementi determinanti il significato complessivo del sogni in cui compare.

Di Marzia Mazzavillani

Da guide.supereva.it

Foto web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close