Origine dei cognomi: FAZIO

 

ANGELO FAZIO E LA NIPOTE DORA

VARIANTI:

Fazi e Fazia, Fàzio e Fazzi, Fàssio e Fassi, Faccio e Facci; De Fàzio e Di Fàzio, De Facci.

ALTERATI:

Fazzini, Fazzino e Fazzìn, Fazzina, Fazziòli e Fazzuòli; Fassini e Fassino, Fassiòlo, Fassóne; Faccini e Faccin, Faccinato, Facini e Facìn, Faccioli e Facciolo, Facciotti, , Faccióni.

Diffuso in tutta l’Italia con diversa distribuzione e frequenza secondo i tre tipi: Fazio predomina nel Sud (dove sono specifici i patronimici con De, Di) e nel Nord-Ovest, Fassio nel Nord-Ovest, Faccio nel Nord-Est, spec. nel.Veneto (qui è proprio De Facci), in Emilia e in Lombardia.

Alla base è il nome Fazio (con le varianti grafiche Fazzio e Fàssio, che riflette la pronuncia sett. fàssio) o Faccio, ipocoristico aferetico di Bonifàzio o Bonifàcio (v.), documentato e frequente sin dal XII secolo (Fatius e Fazius in Toscana, Facius e Faciolus a Genova, e come cognome a Venezia, nel 1261-62, “Angelus Facio”).

Da “Cognomi d’Italia” di E. De Felice

Foto: Angelo Fazio e la nipote Dora Pappaterra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close